Non sei loggato (Login)

Ricerca Veloce

  • Inutility e Linx

    • Banner
    • Blog
    • Chat
    • Foto (Cumpa)
    • Foto (EelST)
    • Foto (Macros)
    • Foto (Mas Turbato Reum)
    • Foto (Meme Party)
    • Foto (Xuk.ru)
    • Ghestbuk
    • History
    • KAAAAAAASTROX!




    • Questo forum è stato realizzato da Marok basandosi sul progetto open-source Vanilla 1.1.5a, realizzato da Lussumo. Su Internet trovate la Documentazione e la Comunità di Nerd che ci stanno dietro. A breve, rilascerò il codice sorgente di questo forum... giusto il tempo di rileggere con calma le minkiate che ho scritto! :)

Vanilla 1.1.5a is a product of Lussumo. More Information: Documentation, Community Support.

    •  
      CommentAuthorsaretta
    • CommentTime30/04/2014, 20:44
      0 punti
    CIAO BOB ,riposa in pace nel paradiso dei LOONEY TUNES :-(
    •  
      CommentAuthorFrash
    • CommentTime20/05/2014, 00:05
      1 punto
    Camden Town va a fuoco di nuovo :(



    •  
      CommentAuthorlelev*
    • CommentTime25/06/2014, 14:45 modiFICAto
      2 punti
    •  
      CommentAuthorSippo
    • CommentTime04/07/2014, 12:10
      4 punti
    E' morto Giorgio Faletti
    •  
      CommentAuthorQiQQo
    • CommentTime04/07/2014, 17:47
      0 punti
    mi dispiace che non sia riuscito a venire ad asti prima di spirare come avrebbe voluto.
    •  
      CommentAuthorferilli
    • CommentTime05/07/2014, 00:31
      1 punto
    La notizia della sua morte mi ha colpito anzitutto perché ero convinta fosse poco più che quarantenne, dunque doveva essergli accaduta una disgrazia improvvisa, tipo un incidente automobilistico o un agguato teso da qualche deejay radiofonico del principato di Monaco fuori di testa, per andarsene così, poi perché, avendo realizzato che Drive-in lo guardavo 30 anni fa, ho sentito il gelido soffio della falce sfiorarmi...
    Tristezza e meditazione sulla caducità dell'essere...
    •  
      CommentAuthorsaretta
    • CommentTime06/07/2014, 14:37
      0 punti
    Ciao Giorgio ;-(
  1.   0 punti
    Mi è sempre piaciuto moltissimo, in tutto quello che ha fatto.
    La sua morte mi rende particolarmente triste, avevo la percezione che fosse una brava persona.
    :'((
    •  
      CommentAuthorChoolaudia
    • CommentTime07/07/2014, 23:54
      0 punti
    Anche a me è dispiaciuto.
    •  
      CommentAuthorlelev*
    • CommentTime12/07/2014, 12:39
      0 punti
    •  
      CommentAuthornxurt
    • CommentTime12/07/2014, 12:54 modiFICAto
      1 punto
    Oltre a Tommy Ramone oggi se n'è andato anche Charlie Haden
    •  
      CommentAuthorlelev*
    • CommentTime12/07/2014, 12:56
      0 punti
    Posted By: nxurtOltre a Tommy Ramone oggi se nè andato anche Charlie Haden

    Stavo per editare.
    •  
      CommentAuthornxurt
    • CommentTime17/07/2014, 09:32
      0 punti
    •  
      CommentAuthorlelev*
    • CommentTime12/08/2014, 01:52
      9 punti
    •  
      CommentAuthorsaretta
    • CommentTime12/08/2014, 10:19 modiFICAto
      1 punto


    voglio ricordarlo così come "l'ho conosciuto" anni fa
    •  
      CommentAuthorForz
    • CommentTime12/08/2014, 17:06
      -1 punti
  2.   2 punti
    Scusa per il meno uno, Forz, ma la storia dell'omonimia-omofonia ha un po' rotto i santissimi (come direbbe Elio), soprattutto perché anche Robbie Williams ha avuto problemi di depressione e dipendenza da alcool e droghe; in questa tristissima circostanza, chiederei di piantarla: grazie! (Scusate, ammetto di essere molto di parte senza problemi, essendo Robbie Williams il mio cantante preferito)
    Detto questo, esprimo il mio grande dispiacere per la morte di Robin Williams citando le parole con le quali lo ha salutato Terry Gilliam, che lo aveva diretto in The Fisher King nel 1991: "Robin Williams, the most astonishingly funny, brilliant, profound and silly miracle of mind and spirit, has left the planet. He was a giant heart, a fireball friend, a wondrous gift from the gods. Now the selfish bastards have taken him back. Fuck 'em!"
    •  
      CommentAuthorP.S.
    • CommentTime12/08/2014, 23:28
      3 punti
    Francamente a me ha proprio rotto le palle la corsa alla battuta più divertente quando muore qualche famoso. Non per la sacralità della morte che proprio non è nelle mie corde, ma perché la maggior parte delle volte non mi fanno ridere e mi urta la ricerca della dissacrazione forzata
    •  
      CommentAuthorlelev*
    • CommentTime13/08/2014, 06:45 modiFICAto
      4 punti
    Insomma, alla fine ha ragione ZeroCalcare. #addiouan
    •  
      CommentAuthorlelev*
    • CommentTime22/08/2014, 01:11
      2 punti
    È morto l'inventore della secchiata gelata a favore dell'associazione lotta alla SLA. Annegato.
    •  
      CommentAuthorArj Ranpa
    • CommentTime11/09/2014, 22:39
      22 punti
    Stamattina alle 6:10 si è spenta a sessantasei anni una delle persone più belle del mondo... e non lo dico solo perchè è mia nonna.

    Ha terminato un silenzioso calvario iniziato il giorno del mio diciottesimo compleanno, quando si optò per un intervento esplorativo con lo scopo di vedere cosa le stava causando un versamento pleurico immenso nell'addome: tumore alle ovaie, sei mesi al massimo. Dopo aver rimosso durante quell'intervento (che riuscì per fortuna, tra l'altro, visto che comunque era reduce da un infarto risalente a qualche mese prima) ovaie ed utero, iniziò un ciclo di chemio che la facevano spesso vomitare e la affaticavano nel corpo, ma non nello spirito. Poi raccoglieva le energie e ci preparava ancora manicaretti incredibili, e così ha fatto finché ne ha avuto la possibilità. Teneva insieme la famiglia e dava coraggio nella malattia come in salute, si prendeva cura di mia zia (ha un leggero ritardo che non le consente di essere indipendente) e di mio nonno che per quanto forte e spavaldo ha sempre avuto bisogno di lei. Lo stesso coraggio e la stessa forza l'hanno fatta rimanere con noi più di quello che si credeva.

    Un mese e mezzo fa è iniziato il crollo: si sentiva più affaticata del solito, era ricominciato il versamento, era dimagrita una decina di chili, non mangiava quasi più. Avanti e indietro dagli ospedali, fino a quando ci hanno detto che ciò che era possibile fare era già stato fatto. Io di mio sono sempre stata ottimista. Cristo! Ha sopportato quasi cinquant'anni quello scatenato di mio nonno, mia zia tanto particolare, quella sfattona di sua nipote e i divorzi di tutti i fratelli e di mia mamma... cosa vuoi che sia il cancro? Poi da sei mesi che le avevano dato, comunque, era ancora lì a dispensarmi consigli su come far venire morbida la sacher torte...
    Invece, dimessa dall'ospedale, le gambe hanno iniziato ad essere troppo stanche e gonfie per portarla in giro, anche solo per casa, figuriamoci a fare le scale. In venti giorni l'ho vista trasformarsi, non era più autosufficiente in nulla. Mi cadde l'occhio sul foglio della diagnosi sul comò in salotto: metastasi. Polmoni, fegato, pancreas... un disastro. Era tutto vero.

    Parlava, sempre più a fatica, e la cosa che ripeteva più spesso era che la prima cosa era la salute, lo diceva sventolando il pollice in aria, e che il resto non contava nulla. Lei ha sempre avuto il senso del "meglio", soprattutto per gli altri, quindi se dice che l'importante è la salute è vero.
    Man mano che la sua voce andava affievolendosi, si affrettava a farci raccomandazioni uno alla volta. Ricordo che a me ha detto di fare la brava, perchè già sono bella, devo solo fare la brava. Poi ha detto che la macchina da cucire sarebbe stata mia, nonna era sarta e lavorò anche per Corneliani.
    Se prima era questione di giorni, mercoledì a pranzo mio nonno ci chiamò per dirci che era questione di ore.

    Io e mia mamma siamo corse immediatamente là. Nonna aveva il volto scavato, magrissima, la pelle di un colore spaventoso, la bocca aperta e faceva un respiro ogni venti-trenta secondi. Lunghe attese che levavano il fiato anche a noi. Nonno non riusciva a stare fermo, doveva tenersi impegnato. La sera precedente c'è stata una burrasca che ha fatto cadere dei rami in strada in campagna, siamo andati con le seghe e il tronchese in Ape Car a tirarli via, e a fottere le pannocchie del campo vicino. Birrino al bar e poi a casa ancora. Respiri sempre più lenti, la nonna sembrava dormisse.

    La sera poi mi è venuto a trovare quello che non so se definire il mio ragazzo o meno. La nostra situazione al momento è un trionfo di ansie e malumori perchè non sappiamo che ruolo abbiamo nella vita dell'altro. Ma ieri lui c'era, si è fatto un sacco di chilometri sotto la pioggia per stare con me qualche ora, siamo andati a mangiare un gelato in un bar in paese e siamo stati un pochino a parlare di tutto. Avrei voluto che mia nonna lo conoscesse, a prescindere da ciò che sarà, gli avrebbe insegnato quali sono i problemi veri, che fondamentalmente non esistono fuorché quelli eventualmente di salute. Avrebbe voluto vedermi sistemata, la nonna. Ogni tanto mi parlava di dote anche se non ci si sposa perchè "non costuma più sposarsi, ora si va a convivere così ci si molla meglio", e ultimamente lo faceva spesso.

    Mi ha riportata alle due di notte circa, mi sono addormentata sul divano con mia mamma. Alle sei mi sono svegliata e ho sentito che i respiri della nonna erano diversi, più brevi e ravvicinati. Con calma ho svegliato mia mamma, che poi ha svegliato mio nonno. Le abbiamo preso le mani... dopo dieci minuti respiro e cuore si sono fermati. Ed io ero lì, e tutte e due avevamo la stessa collana che a le piaceva tanto, con sonaglino.

    Io non lo so se ha sofferto oppure no, non so se era incosciente o se solo le forze per reagire a qualsiasi stimolo l'avessero abbandonata prima della vita e della mente, ma noi eravamo lì. Suo marito l'ha amata fino alla fine e forse nel modo più intenso solo alla fine. Sua figlia si è prodigata e l'ha curata meglio di chiunque altro. Parlavamo di tante cose, di cucina, di cucito, degli amici, di cosa ho fatto la sera prima... perchè io e lei parlavamo sempre tanto e lei mi ascoltava sempre. Forse è l'unica che mi abbia davvero ascoltata sempre.

    E comunque era una forza della natura, era superiore a tutti ma senza farlo notare e senza farlo pesare, tanto che non te ne accorgevi. Ma era così, è sempre stato così.

    Adesso mi manca, ho paura delle responsabilità che dovrò prendermi, e l'unico rimpianto che ho è di non averla fatta felice vedendomi sistemata con un uomo che mi voglia bene almeno la metà di quello che mio nonno vuole a lei.
    •  
      CommentAuthorRyo
    • CommentTime12/09/2014, 11:05
      5 punti
    Mi dispiace per il tuo lutto Arj Ranpa, veramente. Dalle tue parole si capisce benissimo l'amore e l'unità della tua famiglia verso una donna speciale, impegnata in una lotta ad armi impari verso qualcosa che si sta diffondendo come il raffreddore. Sono un medico, lavoro in un Hospice e so quello che si prova. A volte non se ne può più, non si fa in tempo a rilassarsi un attimo che arriva un altro paziente con diagnosi infausta che ha bisogno di terapia di supporto. Più la malattia progredisce, più si tende all'essenziale, ci si stringe intorno al malato che in ultimo ha bisogno solo dell'amore dei suoi cari. Da quello che scrivi non credo proprio abbia sofferto, e francamente è inutile spiegare dal punto di vista medico. Prendi gli insegnamenti di tua nonna e applicali alla tua vita, vivi, fai autonomamente le tue scelte di giovane donna e lei sarà sempre lì, in quello che fai.
    •  
      CommentAuthorvalecalimero
    • CommentTime13/09/2014, 03:00 modiFICAto
      3 punti
    Arj, mia mamma e, un anno dopo, mia zia (alla quale ero legatissima) sono morte di cancro. Quindi comprendo benissimo il tuo dolore e ti abbraccio.è normale che ti manchi tua nonna così come sono normali le tue paure,ma guardandoti intorno troverai persone a cui chiedere aiuto e consiglio. Fidati del tuo istinto. Credo che la morte delle persone care porti un insegnamento principale che è quello di saper distinguere le cose importanti dalle cavolate, e agire di conseguenza.
    •  
      CommentAuthorLaura
    • CommentTime14/09/2014, 17:07
      1 punto
    Ti mando un abbraccio forte, Arj. Lascia da parte le paure e i dubbi che scaturiscono dalla sua mancanza, e concentrati sulle certezze e sui ricordi che ti ha lasciato, vedrai che ce la farai, e ce la farai benissimo perché in fondo sei la nipote di una gran donna.
    •  
      CommentAuthornxurt
    • CommentTime18/10/2014, 10:21 modiFICAto
      1 punto
    E' morto Tim Hauser dei Manhattan Transfer, io li ricordo soprattutto per la stupenda versione di Birdland dei Weather Report
    •  
      CommentAuthorGrumo
    • CommentTime18/10/2014, 23:47
      3 punti
  3.   0 punti
    :( :(
    •  
      CommentAuthorMeemmow
    • CommentTime21/10/2014, 17:41
      0 punti
    Ci ha lasciato Lilli Carati, compagna di banco e professoressa di scienze naturali.

    •  
      CommentAuthorIvano
    • CommentTime25/10/2014, 10:40
      2 punti
    •  
      CommentAuthornxurt
    • CommentTime25/10/2014, 18:20
      1 punto
    •  
      CommentAuthorlelev*
    • CommentTime04/11/2014, 12:30 modiFICAto
      0 punti
    •  
      CommentAuthorlelev*
    • CommentTime08/12/2014, 10:47
      3 punti
    Ciao Mango, insegna agli angeli a fare le svolte rock

    Humor nero e citazioni gialappiche a parte: morire d'infarto a soli sessant'anni, però sul palco, cantando l'ultima (in tutti i sensi) canzone...
    •  
      CommentAuthorferilli
    • CommentTime09/12/2014, 16:20
      0 punti
    •  
      CommentAuthorMadamisir
    • CommentTime10/12/2014, 00:03
      4 punti
    •  
      CommentAuthorlelev*
    • CommentTime13/12/2014, 08:48
      3 punti
    •  
      CommentAuthorMeemmow
    • CommentTime13/12/2014, 21:08
      1 punto
    •  
      CommentAuthorlelev*
    • CommentTime18/12/2014, 12:33
      1 punto
  4.   2 punti
    Mi dispiace tanto sentire di Virna Lisi :(
    L'ho ammirata moltissimo, ha spesso fatto scelte diverse da quelle di molte attrici della sua generazione ed è una cosa, almeno così sembra a me, che richiede di avere un minimo di coraggio...
    Soprattutto ha lasciato che la sua bellezza maturasse e invecchiasse con lei.
    Piccola nota personale: somigliava alla mia nonna paterna (ho preso molto poco da lei!!) e questo me la faceva amare un pizzico di più
    •  
      CommentAuthormanila
    • CommentTime18/12/2014, 22:27
      1 punto
    Brutta notizia: avevo preparato una fantastica bruschetta burro e salmone, poi mi sono distratta al telefono e ora mi tocca mangiarla fredda! ...che disdetta...
    •  
      CommentAuthorlelev*
    • CommentTime19/12/2014, 00:56
      1 punto
    Posted By: manilaBrutta notizia: avevo preparato una fantastica bruschetta burro e salmone, poi mi sono distratta al telefono e ora mi tocca mangiarla fredda!...che disdetta...

    Di solito le mangio sempre fredde, ma coi krisprolls e non col pane tostato. Altrimenti pane arabo fresco e al posto del burro formaggio molle tipo Philadelphia.
    •  
      CommentAuthornxurt
    • CommentTime22/12/2014, 20:33
      2 punti
    •  
      CommentAuthorlelev*
    • CommentTime22/12/2014, 23:54
      0 punti
    Posted By: nxurt Addio a Joe Cocker

    La memorabile versione di "L'oro del mondo" a Woodstock.... Ci mancherai, Joe.
    •  
      CommentAuthorFrash
    • CommentTime05/01/2015, 10:38
      5 punti
    •  
      CommentAuthorferilli
    • CommentTime06/01/2015, 02:16
      2 punti
    Dopo una bellissima serata vengo a sapere la brutta notizia, poi penso che oggi é il compleanno del mio primo fidanzatino, che adorava Pino, così invece di mandargli il solito annuale sms di auguri lo chiamo, commentando subito la dipartita del Nostro.
    Mi dice che era stato da poco a vedere il tour Nero a metà con i soliti amici, uno dei quali stamane lo chiama e gli fa: "auguri, minchia, ma sai chi é morto?".
    E lui ne compie 51. Come il pulman che va da Settimo a Torino.
    Cazzo centra? Niente, sono cose che mi han fatto ridere.
    Vita, morte, vita.
    Oggi abbiamo suonato in una chiesa dove si era appena celebrato un funerale, arriviamo noi con musica di 300 anni fa e la facciamo rivivere, oppure é Lei che fa vivere noi...?
    Comunque...Ciao Pino, grande, grandissimo, indimenticabile!!!
    •  
      CommentAuthorlelev*
    • CommentTime06/01/2015, 02:33 modiFICAto
      0 punti
    Pino Daniele mi faceva un po' cagare fa parte di quella schiera di artisti che non mi sono mai particolarmente piaciuti ma di cui non posso tralasciare l'importanza, che va al di là dei miei più o meno discutibili gusti personali. Un discorso simile lo potrei fare coi Doors o Bob Dylan.
    •  
      CommentAuthorForz
    • CommentTime07/01/2015, 13:33
      0 punti
    Posted By: lelev*Pino Daniele mi faceva un po' cagare fa parte di quella schiera di artisti che non mi sono mai particolarmente piaciuti


    ok, ci sta...
    però Nero a Metà è uno dei dischi più belli di sempre!
    ...a mio parere eh
    •  
      CommentAuthorMarok
    • CommentTime07/01/2015, 15:14
      4 punti
    Ultras del "Profeta", hanno ucciso quello avversario:
    http://www.internazionale.it/notizie/2015/01/07/la-vignetta-di-charb

    (Riassumo per i lettori più pigri: qualche ora fa, a Parigi, un gruppo di terroristi islamici ha fatto irruzione nella sede di un giornale satirico francese, "Charlie Hebdo". All'incirca dieci le vittime, tra le quali il direttore del giornale, Charb. La sua ultima vignetta aveva per protagonista un kamikaze simil-talebano e recitava: "Ancora nessun attentato in Francia?" "Aspettate. Abbiamo ancora tutto gennaio!".)

    Adieu Charb
    •  
      CommentAuthorlelev*
    • CommentTime22/01/2015, 12:31
      1 punto
    •  
      CommentAuthorlelev*
    • CommentTime27/01/2015, 16:54
      1 punto
    •  
      CommentAuthorMeemmow
    • CommentTime04/02/2015, 13:21 modiFICAto
      3 punti
    Erinni e Lazarus Ledd piangono la scomparsa del loro papà

    EDIT: Ci ha lasciato Monica Scattini. La voglio ricordare con questa clip (e vi consiglio di [ri]vedere Parenti serpenti di Mario Monicelli)
 

Welcome to the Handicap Site. We have cookies!