Non sei loggato (Login)

Ricerca Veloce

  • Inutility e Linx

    • Archivio Audio/Video
    • Banner
    • Blog
    • Chat
    • Foto (Cumpa)
    • Foto (EelST)
    • Ghestbuk
    • History
    • I Siti Strani
    • Piombino
    • KAAAAAAASTROX!




    • Questo forum è stato realizzato da Marok basandosi sul progetto open-source Vanilla 1.1.5a, realizzato da Lussumo. Su Internet trovate la Documentazione e la Comunità di Nerd che ci stanno dietro. A breve, rilascerò il codice sorgente di questo forum... giusto il tempo di rileggere con calma le minkiate che ho scritto! :)

Vanilla 1.1.5a is a product of Lussumo. More Information: Documentation, Community Support.

    •  
      CommentAuthorMarok
    • CommentTime17/02/2012, 00:06
      1 punto
    Posted By: KlàpačAHhahahhahha :D
    Ps quale scuola?

    Non so quante ce ne siano a Maddaloni... ma a me ne interessa una! :)
    •  
      CommentAuthorKlàpač
    • CommentTime17/02/2012, 00:15
      0 punti
    Ma quindi stai prendendo per il culo me o Lavinia? :D
    •  
      CommentAuthorMarok
    • CommentTime17/02/2012, 00:25
      4 punti
    Ma CHIUUUUUUUUUUUNQUE.

    Neanch'io direi "coscritto" in una conversazione normale, ma è una parola d'uso comunissimo nelle biografie o nelle cronache.
    Effettivamente è un po' buffo se riferito ad una giovane donna (che di norma non fa la visita di naja), così come, ad esempio, per la pheega solitamente non si dice "classe 83" ma "nata nell'83".
    Ma da qui a pensare che "coscritto" voglia dire "soldato" ce ne passa! :)

    È stata una delle mie migliori videate di facebook... grazie! :D
    • CommentAuthorGiuanne
    • CommentTime22/02/2012, 09:18 modiFICAto
      0 punti
    •  
      CommentAuthordaiconan
    • CommentTime22/02/2012, 09:35
      0 punti
    noi in friuli lo usiamo comunemente. di una persona che non conosco forse potrei arrivare a dire che è 'mio coetaneo'... ma quelli nati nel mio stesso anno che conosco sono coscritti, non c'è niente da fare.
    (preciso che qui in friuli le feste dei coscritti sono uno degli eventi più importanti dell'anno, nonostante l'abolizione della leva militare. c'è gente che torna dall'estero il terzo venerdì di ottobre per la tradizionale cena con i coscritti).

    del resto, anche noi diciamo 'in parte' per dire a lato. deve esserci un antenato comune tra bergamaschi e friulani...
    •  
      CommentAuthorlelev*
    • CommentTime22/02/2012, 11:41
      0 punti
    Posted By: daiconan del resto, anche noi diciamo 'in parte' per dire a lato. deve esserci un antenato comune tra bergamaschi e friulani...

    In parte si usa anche in Veneto, o per lo meno a Venezia.
    •  
      CommentAuthorcarotide
    • CommentTime22/02/2012, 13:34
      2 punti
    Da me si dice "essere di leva". Tipo: io sono di leva con la Pellegrini, tanto per citarne una..
    •  
      CommentAuthorlelev*
    • CommentTime22/02/2012, 13:53
      0 punti
    Classe, leva, coscrizione... Sempre di naja si parla! :D
    •  
      CommentAuthordaiconan
    • CommentTime22/02/2012, 14:06
      0 punti
    Posted By: lelevup! Classe, leva, coscrizione... Sempre di naja si parla! :D


    vero. però la differenza che rilevo io a livello connotativo (ovviamente per l'uso che se ne fa qui) è che con il 'coetaneo' condividi accidentalmente l'anno di nascita e nient'altro; con il 'coscritto' condividi un ambiente, un percorso di vita, il tuo posto nella comunità. per questo direi che don diego ed evaristo sono miei coscritti; non lo direi - che so - di christiane filangieri, per dirne una.
    •  
      CommentAuthorMarok
    • CommentTime22/02/2012, 21:21
      1 punto
    Posted By: daiconan
    Posted By: lelevup!Classe, leva, coscrizione... Sempre di naja si parla! :D

    vero. però la differenza che rilevo io a livello connotativo (ovviamente per l'uso che se ne fa qui) è che con il 'coetaneo' condividi accidentalmente l'anno di nascita e nient'altro; con il 'coscritto' condividi un ambiente, un percorso di vita, il tuo posto nella comunità. per questo direi che don diego ed evaristo sono miei coscritti; non lo direi - che so - di christiane filangieri, per dirne una.

    Sì, anch'io ogni tanto ho sentito usare "coscritto" con quel significato aggiuntivo, soprattutto fuori dalle città (a Sanfré ho visto la festa della LEVA 92, e ci sono rimasto basito!).

    Diciamo che comunque, a livello nazionale, "coscritto" si riduce a "coetaneo"... lo si trova spesso nelle biografie sui quotidiani.

    A parte ciò, è interessante pensare a quanto poco le future generazioni capiranno del rock anni 90 che ascoltavamo noi... dal "giuramento" di "Vivo morto o X" alle "365 croci" di "Prima guardia"... per non parlare dei "tre giorni" di "Fuori dal tempo".

    E la naja forse è il problema minore.
    Persino le foto che "prenderanno polveré" potrebbero essere scambiate per una metafora o un mistero.
    E, di conseguenza, Ligabue, Pelù e Morgan per intellettuali! :)
    • CommentAuthorEl
    • CommentTime23/02/2012, 01:14
      0 punti
    Se posso spezzare una lancia in favore di Lavinia, anche io ho sempre inteso e usato il termine "coscritto" come lei. E i dizionari ci danno ragione! Ho controllato sul Treccani (online), sull'Hoepli (online) e persino sul Pianigiani (sempre online) e nessuno lo indica come sinonimo di coetaneo, ma sempre riferito ai soldati.
    Però avrei comunque capito dal contesto che cosa volevate dire.
    •  
      CommentAuthorMarok
    • CommentTime23/02/2012, 03:04
      2 punti
    Mi sa che, da una cosa così banale, stiamo scoprendo la punta di un iceberg! :)

    Ho fatto una veloce ricerca, scrivendo su google i termini derivati dalla naja più comuni che mi venivano in mente, e c'è terra bruciata!!!

    A parte le mancanze sui dizionari (di cui peraltro non mi stupisco, ne ho trovati che non riconoscono nemmeno "telefonino" e "cellulare", come tipo di telefono), sul CAR ho trovato cinque righe su wikipedia, e qualche mezza parola su qualche forum, che non rende nemmeno minimamente l'idea. Sul "congedo illimitato" (che non è esattamente storia, o perlomeno non ancora) ho trovato al primo posto questa perla. Per non parlare di tutto il resto che nemmeno viene cagato... Insomma, è come se una pagina centrale della storia italiana più recente fosse stata stracciata in fretta e furia, di netto!

    Sinceramente, non ho alcun rimpianto... anche perché, grazie al cielo, col civile l'ho scampata!
    E se la naja non la rimpiango io, figuriamoci quelli che l'hanno fatta! :)

    Però una "rimozione forzata" dei derivati lessicali così rapida è sorprendente... ed anche un po' divertente: la naja vantava come merito il fatto di deportare la gente da un capo all'altro del Paese per uniformare la lingua (e ben possiamo immaginare i risultati) e adesso tutti i neologismi derivati dal contesto militare, che probabilmente sopravvivevano solo col passaparola continuo, non se li incula più nessuuuuuuuno.

    E quindi, il risultato è che le future generazioni potranno sapere tutto su come Giulio Cesare costruiva i ponti, o come un eschimese costruisce un igloo, ma non potranno sapere un cazzo del "nodo centrale" della maggiore età di un italiano nato negli anni 70.
    Non sapranno mai davvero cos'era questo CAR di cui i veeekki avevano così tanta paura, né i tre giorni, i rivedibili, la cartolina, il giuramento, i nonni, le croci sul muro, le brande, i permessi, la stecca, il congedo ecc...

    Ma allora si può sapere come cazzo faranno i giovani del futuro a sapere di aver avuto CULO a nascere nell'anno giusto? :)
    •  
      CommentAuthorlelev*
    • CommentTime23/02/2012, 04:49
      0 punti
    Posted By: El Se posso spezzare una lancia in favore di Lavinia, anche io ho sempre inteso e usato il termine "coscritto" come lei. E i dizionari ci danno ragione! Ho controllato sul Treccani (online), sull'Hoepli (online) e persino sul Pianigiani (sempre online) e nessuno lo indica come sinonimo di coetaneo, ma sempre riferito ai soldati.
    Però avrei comunque capito dal contesto che cosa volevate dire.

    Anche per me i coscritti sono sempre stati i soldati di Fanteria sovietici di Command & Conquer: Red Alert 2. E per dirla tutta, della gente che conosco io solo il sottoscritto usava "classe 1980" per definire quelli della mia stessa età, per tutti gli altri veniva usata la frase "quelli della mia stessa età", o al massimo "annata". Tipo i vini.
    •  
      CommentAuthorsae
    • CommentTime23/02/2012, 09:54
      1 punto
    Dalle mie parti per dire che si ha la stessa età si usa l'espressione "siamo della stessa leva" oppure "è della leva del 19xx".
    Nel paese dove abitavo ai 18 anni si festeggiava "la leva" e durava una settimana in cui si faceva casino, si affittava un bus, si affittava una discoteca, si andava a gardaland, al mare a prendere il caffè...
    Io ho fatto solo 2 giorni perchè mi sembrava un po' una cosa assurda.

    In ogni caso anche io ho sentito usare il termine coscritto/a, nel senso iscritto negli stessi registri di leva e quindi con la stessa età.

    E per chiudere in bellezza pochi giorni fa ho usato l'espressione "ai miei tempi" per descrivere la visita di leva a Torino... nonostante l'ironia che ho usato, sono irrimediabilmente invecchaito di diversi anni in pochi secondi.
    •  
      CommentAuthorMarok
    • CommentTime23/02/2012, 13:03
      5 punti
    Posted By: saeE per chiudere in bellezza pochi giorni fa ho usato l'espressione "ai miei tempi" per descrivere la visita di leva a Torino... nonostante l'ironia che ho usato, sono irrimediabilmente invecchaito di diversi anni in pochi secondi.

    Vecchio Sae, credo che - cough cough - l'unica esperienza - sniff - paragonabile alla visita di naja sia - hic - la scuola guida: sono gli unici due spiragli attraverso i quali si entra in contatto con i coetanei della propria zona senza alcun filtro.

    Al pensiero di passarci un anno mi sarei sparato nei coglioni.
    Però, vista la breve durata, la visita di naja valeva la pena viverla... soprattutto per l'assegno che ti davano alla fine: le diecimila lire come "rimborso spese".

    Là in mezzo dovevi dire "schifo, non me ne faccio un cazzo, fankulo!", perché la specie dominante erano i tarri e, tra loro, com'è noto, si usa fingersi ricchi. Poi, una volta tornati alla realtà ed incontrati gli amici di sempre, si diceva: "Che figo! Mi han dato dieci carte!". E loro: "Minchia, allora devi troppo offrire da bere!!!". Perché con gli amici si usava fingersi senzatetto... poco importa se tuo papà è padrone della banca CRT.

    Ed ognuno di noi, che fosse tarro, alternativo, sfigato, metallaro, tossico o punk, passava il resto della settimana a descrivere nei dettagli tutti gli alieni che aveva intravisto: gli sguardi, i modi, gli accenti e le facce da cazzo che non avrebbe incrociato mai più, nonostante abitassero a pochi passi da casa sua.
    Sentire le stesse cose nelle canzoni o leggerle sui libri o su marok.org, nonostante i miei sforzi, non farà mai abbastanza skiiiiiifo.

    Ad esempio, ricordo di un giovane che veniva per la prima volta in città... e quindi non conosceva bene le strade. E così, superando il naturale imbarazzo che prova un maaaaaaaskio a chiedere informazioni anziché orientarsi da solo con la cartina, aveva fermato un passante e gli aveva chiesto: "Scusi, mi sa dire dov'è il distretto militare?"
    Il passante l'aveva guardato in faccia e, con una smorfia di TERRORE, aveva urlato: "PERCHÉ IO???".

    È appena andato in onda "Il primo contatto del FAVONE con Torino".
    Pochi anni più tardi, avrebbe conosciuto Ivan Piombino... poi KASTROX... poi si sarebbe fatto fottere l'autoradio... ma quelle sono altre storie.
    •  
      CommentAuthorsae
    • CommentTime23/02/2012, 14:08 modiFICAto
      2 punti
    Anch'io ho dei bei ricordi della visita di leva e una cosa tipica era il confrontarsi con altri che l'avevano fatta in anni (o anche solo mesi) diversi e trovare aneddoti differenti o elementi comuni (come "caramella", l'addetto che aveva un difetto fisico alla bocca e che quindi parlava male).
    In particolare mi ricordo il test, quello con le domande assurde:
    ecco, sembravano domande "fuori dal tempo, ma intanto tutti quelli che nel mio paese erano un po' furbetti/esaltati sono stati mandati dalla psicologo solo grazie a quelle domande apparentemente del cazzo.

    Precisazione:
    l'assegno non credo che fosse per rimborso spese, ma perchè per 2 giorni avevi "lavorato" per lo stato.
    Di spese non ce ne erano: viaggio in treno e tram gratis, pranzo in mensa.
    Io il secondo giorno finii tardi la visita e andai a mangiare nella mensa ufficiali anzichè in quella dei soldati semplici e pasteggiai, udite udite, con aranciata anzichè con la solita acqua.

    Porca troia, mi sembra di essere un minchione nostalgico... cioè lo sono, ma fa effetto constatarlo ogni volta ;-)
    • CommentAuthorEl
    • CommentTime23/02/2012, 17:25 modiFICAto
      5 punti
    Io non posso dire se ho fatto i tre giorni perché ne andrebbe del mistero sul mio sesso
    •  
      CommentAuthorLavinia
    • CommentTime26/02/2012, 18:18 modiFICAto
      1 punto
    Oh, finalmente intervengo!
    Allora, la mia scuola elementare era la "Luigi Settembrini"... Però c'è da dire che ho fatto la primina dalle suore, non so se può servire qualcosa ai fini della discussione. A Maddaloni credo ci siano quattro o cinque scuole elementari, una in ogni zona della città, più o meno. Non so quale abbia fatto Metallus, però.
    Quanto a coscritto, io non l'ho mai sentito usare - né giù né qua, per il momento - come usato da Klapac quella sera. E, preciso, non significa "soldato", bensì mi è sempre stato insegnato come "termine militare". Da quando sono qui a Paderno invece ho sentito usare molto l'espressione "essere di leva", ricordata anche da Carotide. Fra l'altro a Palazzolo, uno dei quartieri di Paderno, hanno una sorta di festa della leva in cui per una notte fanno casino e dipingono sui muri (?). Per il resto, ho sempre utilizzato "coetaneo", "stesso anno", "stessa annata", "stessa classe" o "c'ha la mia stessa età" per indicare gente che è nata nel mio stesso anno. Il background socioculturare di cui parla Andreina... Uhm, no, non ho mai sentito neanche quella accezione.
    •  
      CommentAuthorQiQQo
    • CommentTime26/02/2012, 22:03
      4 punti
    Posted By: MarokCosì, per curiosità... voialtri dite "ho avuto il morbillo" oppure "ho fatto il morbillo"?


    niente, volevo solo dire che mio fratello si è preso il morbillo e così con sommo giubilo ho scoperto che né io, né lui, né l'altro fratello l'abbiamo mai fatto né ci siamo mai vaccinati... ho scoperto anche che è super-infettivo e che la sua contrazione va immediatamente denunciata alle autorità sanitarie locali, però quando si è presentato al pronto soccorso in accettazione l'hanno fatto entrare in ambulatorio con il codice verde, facendo così incazzare il medico e facendo svuotare immediatamente tutto l'ospedale! non si è mai visto un fuggir di rompicoglioni così rapido!

    eccomunque da noi si dice "ho fatto il morbillo".
    •  
      CommentAuthorIvano
    • CommentTime13/04/2012, 22:44
      1 punto
    •  
      CommentAuthorIvano
    • CommentTime20/04/2012, 13:57 modiFICAto
      2 punti


    •  
      CommentAuthorMarok
    • CommentTime20/04/2012, 14:25
      10 punti
    Andiamo bene...
    •  
      CommentAuthorIvano
    • CommentTime28/09/2012, 16:10 modiFICAto
      4 punti
    • CommentAuthorEl
    • CommentTime29/11/2012, 20:45
      2 punti
    Stavo per metterlo in Disgustorama, ma qui mi sembra più adatto

    •  
      CommentAuthorferilli
    • CommentTime10/01/2013, 16:29
      0 punti
    Ho da sempre la convinzione che anteporre la virgola ad "e" congiunzione sia errato.
    Eppure nei libri scolastici la mettono come se nulla fosse (es: ...,il verde, il blu, e il viola...).
    Mi sono persa qualche aggiornamento delle regole negli ultimi decenni?
    •  
      CommentAuthorP.S.
    • CommentTime10/01/2013, 16:43
      1 punto
    Posted By: ferilliHo da sempre la convinzione che anteporre la virgola ad "e" congiunzione sia errato.
    Eppure nei libri scolastici la mettono come se nulla fosse (es:...,il verde, il blu , e il viola...).
    Mi sono persa qualche aggiornamento delle regole negli ultimi decenni?


    Praticamente fai come ti pare

    In quell'elenco lì io la virgola non l'avrei messa proprio però
    •  
      CommentAuthorferilli
    • CommentTime10/01/2013, 17:09
      1 punto
    Posted By: P.S.
    Posted By: ferilli Ho da sempre la convinzione che anteporre la virgola ad "e" congiunzione sia errato.
    Eppure nei libri scolastici la mettono come se nulla fosse (es:...,il verde, il blu , e il viola...).
    Mi sono persa qualche aggiornamento delle regole negli ultimi decenni?


    Praticamente fai come ti pare

    In quell'elenco lì io la virgola non l'avrei messa proprio però

    Ci avevo provato a cercare nel sito della crusca, poi ho pensato che i bukaioli sono più rapidi e smanettoni...:)
    Comunque vedo questa ed altre trascuratezze nei testi delle "primarie": il progetto dei poteri forti di rendere semianalfabeti i ggiovani fa passi da gigante!
    •  
      CommentAuthorPasquale
    • CommentTime10/01/2013, 18:57
      1 punto
    Posted By: ferilli
    Posted By: P.S.
    Posted By: ferilli Ho da sempre la convinzione che anteporre la virgola ad "e" congiunzione sia errato.
    Eppure nei libri scolastici la mettono come se nulla fosse (es:...,il verde, il blu , e il viola...).
    Mi sono persa qualche aggiornamento delle regole negli ultimi decenni?


    Praticamente fai come ti pare

    In quell'elenco lì io la virgola non l'avrei messa proprio però

    Ci avevo provato a cercare nel sito della crusca, poi ho pensato che i bukaioli sono più rapidi e smanettoni...:)
    Comunque vedo questa ed altre trascuratezze nei testi delle "primarie": il progetto dei poteri forti di rendere semianalfabeti i ggiovani fa passi da gigante!


    Be', basta pensare al fatto che, considerando il fatto che tra me e le tue figlie non ci sia un salto generazionale gigantesco, le virgole riesco ad usarle discretamente.

    Sono gli accenti che mi fanno paura.
    •  
      CommentAuthorFrash
    • CommentTime10/01/2013, 19:16
      1 punto
    Posted By: ferilli
    Posted By: P.S.
    Posted By: ferilli Ho da sempre la convinzione che anteporre la virgola ad "e" congiunzione sia errato.
    Eppure nei libri scolastici la mettono come se nulla fosse (es:...,il verde, il blu , e il viola...).
    Mi sono persa qualche aggiornamento delle regole negli ultimi decenni?


    Praticamente fai come ti pare

    In quell'elenco lì io la virgola non l'avrei messa proprio però

    Ci avevo provato a cercare nel sito della crusca, poi ho pensato che i bukaioli sono più rapidi e smanettoni...:)
    Comunque vedo questa ed altre trascuratezze nei testi delle "primarie": il progetto dei poteri forti di rendere semianalfabeti i ggiovani fa passi da gigante!


    Comunque, le virgole messe male non si possono vedere. La mia regola è
    1. prima la virgola poi lo spazio
    2. o metti la congiunzione "e" o metti la virgola.
    •  
      CommentAuthorferilli
    • CommentTime10/01/2013, 19:52
      2 punti
    Pascà, fai bene ad averne paura...l'uso&abuso di accenti andrebbe punito per legge
    •  
      CommentAuthorP.S.
    • CommentTime10/01/2013, 21:13
      1 punto
    Posted By: Pàscàle

    Sono gli accenti che mi fanno paura.


    Ho passato un giorno intero, qualche anno fa, a correggere tutti gli e' e é in è, i perche' e perchè in perché, eccetera... dovevo fare una tesina assieme ad un'amica e lei aveva usato tastiera americana o italiana ad cazzum.

    Posted By: Frash

    1. prima la virgola poi lo spazio


    Altra cosa che mi fa andare completamente fuori di senno
    •  
      CommentAuthorlelev*
    • CommentTime10/01/2013, 21:21 modiFICAto
      1 punto
    Alle superiori nel biennio ho fatto dattilografia/videoscrittura, ho subito un lavaggio del cervello riguardo virgole, accenti, spazi e roba del genere. Anzi, ho imparato a scrivere "perché" e non "perchè" proprio grazie a quelle lezioni: se fosse stato per l'insegnante di lettere stavo fresco (nonostante in italiano avessi voti ben sopra la media della classe)... :D

    (ho premuto invio ma non avevo finito, sorry)

    Pure io ho attacchi di panico quando vedo questi errori, più di quelli grammaticali veri e propri come coniugazioni errate e compagnia bella. Hai la mia solidarietà, piesse. :D

    •  
      CommentAuthorKlàpač
    • CommentTime10/01/2013, 22:35 modiFICAto
      0 punti
    Posted By: lelevup!
    Posted By: daiconan del resto, anche noi diciamo 'in parte' per dire a lato. deve esserci un antenato comune tra bergamaschi e friulani...

    In parte si usa anche in Veneto, o per lo meno a Venezia.

    Oggi una mia collega - milanese doc - dopo avermi chiesto "Cosa significa 'in parte'?", mi ha detto che in Veneto si usa spesso, nello stesso senso, anche "in fianco"... è vero?
    •  
      CommentAuthorRombo
    • CommentTime28/01/2013, 18:22 modiFICAto
      5 punti
    Grammar Nazi
    •  
      CommentAuthorP.S.
    • CommentTime28/01/2013, 20:17
      0 punti
    Posted By: Klàpač
    Posted By: lelevup!
    Posted By: daiconan del resto, anche noi diciamo 'in parte' per dire a lato. deve esserci un antenato comune tra bergamaschi e friulani...

    In parte si usa anche in Veneto, o per lo meno a Venezia.

    Oggi una mia collega - milanese doc - dopo avermi chiesto "Cosa significa 'in parte'?", mi ha detto che in Veneto si usa spesso, nello stesso senso, anche "in fianco"... è vero?


    "In fianco" non si dice in italiano? :-O
    •  
      CommentAuthorRombo
    • CommentTime28/01/2013, 20:17
      0 punti
    ...no?
    •  
      CommentAuthorIvano
    • CommentTime19/02/2013, 10:37 modiFICAto
      0 punti
    Bastardidentro.com
    •  
      CommentAuthorlelev*
    • CommentTime26/02/2013, 16:38 modiFICAto
      2 punti
    •  
      CommentAuthorMarok
    • CommentTime26/02/2013, 16:54 modiFICAto
      2 punti
    Posted By: lelevup!

    Sì, ma il migliore resta PIOMBINO che voleva chiamare il suo album "Dies irae" perché pensava che volesse dire "L'ira degli dei"! :D
    •  
      CommentAuthorIvano
    • CommentTime01/05/2013, 10:05 modiFICAto
      6 punti
    •  
      CommentAuthorIvano
    • CommentTime28/09/2013, 16:45 modiFICAto
      0 punti
    Jantoman nudo gratis
    •  
      CommentAuthorMeemmow
    • CommentTime28/09/2013, 17:16
      0 punti
    Salve grammatico nazista!
    Quando deve essere posto l'accento nella prima e terza persona singolare del verbo dare al tempo presente?
  1.   0 punti
    Per completezza coniugo il verbo dare al tempo presente come piace a me.
    Indicativo presente:
    io do
    tu dai
    egli dà
    noi diamo
    voi date
    essi dànno (o danno)

    Congiuntivo presente:
    che io dia
    che tu dia
    che egli dia
    che noi diamo
    che voi diate
    che essi diano

    Condizionale presente:
    io darei
    tu daresti
    egli darebbe
    noi daremmo
    voi dareste
    essi darebbero

    Imperativo presente:
    tu dai (o da')
    egli dia
    noi diamo
    voi date
    essi diano

    Infinito presente:
    dare

    Gerundio presente:
    dando

    Participio presente:
    dante

    Possa Propoli essere più esauriente, nell'attesa rimando alla consultazione del vademecum di cui al collegamento ipertestuale precedente.
    •  
      CommentAuthorQiQQo
    • CommentTime29/09/2013, 16:29
      5 punti
    per "io do" è molto semplice: l'alternativa è la nota musicale, di certo non ci si può confondere!

    per "egli dà" invece si deve usare l'accento, per distinguerlo dalla preposizione "da"... senza dimenticare l'imperativo "da'", si usa l'apostrofo perché cade la "i" finale di "dai" e per distinguerlo appunto da "dà".

    indicativo: mio cuggino lezioni di piano.
    preposizione: mio cuggino è da gianni.
    imperativo: cuggino, da' retta a me: il gatto ha fame.
    combo1: cuggino, da' da mangiare al gatto!
    combo2: mio cuggino dà da mangiare al gatto.


    chiedo scusa se non sono stato abbastanza pedante, ma di propoli ce n'è uno solo, sigh.
    •  
      CommentAuthorRombo
    • CommentTime15/11/2013, 20:17
      8 punti
    dalle tane
    •  
      CommentAuthorlelev*
    • CommentTime14/01/2014, 02:26 modiFICAto
      4 punti
    •  
      CommentAuthorlelev*
    • CommentTime16/01/2014, 12:39 modiFICAto
      2 punti
    •  
      CommentAuthorlelev*
    • CommentTime10/03/2014, 08:50 modiFICAto
      1 punto

    ( thx @triomedusa )

    •  
      CommentAuthorlelev*
    • CommentTime12/03/2014, 04:39
      0 punti
    (Crossover con Incollamelo)

    Doveroso e a DOC quel delinquente Berlusconi! Brunetta ai voglia di trovare sconveniente tali parole
    •  
      CommentAuthorForz
    • CommentTime20/03/2014, 03:16
      5 punti
 

Welcome to the Handicap Site. We have cookies!