MENU:

Marok.org > Farinei dla brigna | Elio e le Storie Tese | Cumpa | Inutility | Links | Faq | Ghestbuk

Elio > Biografia | Recensioni | Midi | Video ed mp3 | Disegni | Foto | Links | Discografia | Dizionario | Ghiotti scambi

LOADING...
  Sei in: Marok.org > Elio > Collaborazioni > Tenores di Neoneli


TENORES DI NEONELI
TERRA NOSTRA (1996)

Tenores di Neoneli - Terra nostra

Elio canta in sardo La terra dei cachi, accompagnato alla tastiera da Jantoman. Faso, Christian Meyer e Vittorio Cosma suonano in Amazzonia e Sa Sienda.


*****


BARONES (2000)

Tenores di Neoneli - Barones

Elio è uno dei cantanti ospiti insieme a Ligabue, Baccini, Guccini e Branduardi. Per la precisione, Elio canta nella traccia "Intantu".


*****


D@E CORO (2003)

Tenores di Neoneli - Daecoro

In quattro tracce canta in perfetto sardo ancora Elio.

Potete trovare maggiori informazioni nel sito internet dei Tenores di Neoneli, ma intanto... siete curiosi di leggere La terra dei cachi in sardo?
LA TERRA DEI CACHI

In tempus de fura, ite no est a fura?
Sas domos a fura, e feminas tentas a fura.
Est a fura matessi chie mai at furadu.
A imbodiggu totu, tribballos, trapiantos,
non paret beru: ti fidas,
ti frigan comente unu fessu,
su chi ti paret prus sinzeru est su prus frassu.
Est semper a lingher, ca si tue non linghes,
a tie mancu ti bien. Est beru sì, est beru no,
emmo ca ei, emmo ca no,
ahiòh ahiòh, a fagher tenore.
O nerzas ei, o nerzas no, sa vida est custa.
Menzus est a che la biber, ma in su tzilleri no,
menzus meda in magasinu,
nessi pro fagher bimboh.
Tenore sì, tenore no, sas boghes antigas,
parèn corfos, de balla papapapapam.
E in cantu a sas armas: chi non mutana,
arguai, ca est unu giogu feu,
mai pius sambene de badas,
menzus a fagher bimboh.
Finas incue, est beru o no?, che furan dinare,
sambene sì, sambene no, ma bastet chi siat,
e iscuru chie b'est suta ca no ischit s'imperò:
si li dan sambene onu chi lu salvet sì o no.
Boh bom bim boh boh bom bim boh
sos ferros in brente.
Boh bom bim boh boh bom bim boh
chi bochin sa zente.
Sos ferros deghian abberu
a zertos dutores mezzanos,
cantu maganzas ancora, ma unu coro gasie!
Italia sì, Italia no, Italia ohia, arazz'e casinu!
Italia errie, Italia pranghe,
SA TERRA 'E SU CACHI.
E si unu ponet casu, e aterunu su pane,
nos podimus atatare
e ch'istat menzus de nois?
Boh bom bim boh boh bom bim boh,
tue ses terra ona.
SA TERRA 'E SU ENTU, uh uh
Menzus casu in cumpanzia,
chi non pezza a sa sola,
ca nos torrat s'allerghia,
noi semus fatos gai.
Piludos ei, ma tontos no,
cantade ahiò, custu bimboh,
boh boh bim bam boh.


Mmmmm... dai vostri sguardi perplessi mi sa che dovete rispolverare le vostre conoscenze linguistiche! :)

Eccovi la TRADUZIONE:


In tempi di ruberie cosa c'è di non abusivo?
Le case abusive, donne carpite abusivamente,
è abusivo anche chi non ha mai rubato.
È tutto truccato, i lavori, i trapianti,
non sembra vero:
se ti fidi ti fregano come un fesso,
colui che ti sembra più sincero è il più traditore.
Bisogna leccare, perché se non lecchi
nessuno ti vede.
È vero sì, è vero no, certo che sì, certo che no,
andiamo, andiamo, a cantare a tenore.
Che dica sì, che dica no, la vita è questa.
Molto meglio berci sopra,
ma non nel bar di paese,
molto meglio in cantina,
almeno facciamo bimboh.
Tenore sì, tenore no, le voci antiche,
sembra che stiano sparando
a pallettoni, papapapapam.
E quanto alle armi, meglio che tacciano,
guai, perché è un brutto gioco,
mai più sangue inutile,
meglio cantare a bimboh.
Anche col sangue, è vero o no?,
è possibile rubare,
sangue sì, sangue no, purché sia,
è povero chi è vittima
e ignora se lo trasfondono
con sangue adatto o no.
Boh bom bim boh boh bom bim boh,
i ferri nella pancia.
Boh bom bim boh boh bom bim boh,
che uccidono i pazienti.
I ferri li meriterebbero certi medici
senza scrupoli,
quante magagne ancora, ma un cuore così!
Italia sì, Italia no,
Italia ahi, che razza di casino!
Italia piangi, Italia ridi, LA TERRA DEI CACHI.
Se uno mette il formaggio e l'altro il pane
possiamo saziarci, e chi sta meglio di noi?
Boh bom bim boh boh bom bim boh
tu sei una terra buona.
La terra del vento, uhuhuhuh.
Meglio formaggio in compagnia
che carne da soli,
così torniamo ad essere allegri,
noi siamo fatti così.
Pelosi sì ma non tonti, su cantate,
questo bimboh, boh boh bim bam boh.

Ma non è finita qua! In esclusiva per i giovani lettori di www.marok.org, ecco a voi:

Sas Raighinas (Abitudinario)
Sa Murra (Shpalman) e S'imbriaghera (Burattino senza fichi)!

Buona lettura!