MENU:

Marok.org > Cumpa > Archivio | Blog | Chi siamo | Disegni | Foto | Perle | Storie | Voci

LOADING...
Sei in: Home > Cumpa > Blog > #0792


-----Messaggio originale-----
Da: Marok
A: Handicap@wc.net
Data: Lunedì 25 gennaio 2021 03:58
Oggetto: Ciao Prof



Cari diversamente figati,
una settimana fa il Prof Magneto ci ha lasciato.

È tempo di un commento originale: il 2021 sentiva l'ansia da prestazione?
PiombinoKastrox.

In una settimana, abbiamo scaldato i cavi con tera di telefonate, messaggi, email, commenti sul Buko e persino su facebook, che il Prof non ha mai avuto.
Infinite proiezioni di emozioni, sogni, ricordi, ma sui dettagli di cronaca non vi annoio oltre, è tutto qua:
www.marok.org/Buco/comments.php?DiscussionID=31 (oggi)
www.marok.org/Arte/Storie/live4prof.htm (2014)
www.marok.org/Arte/Mix/0441.htm (2007)

Invece, quello che mi ha colpito dei vostri scambi è stato un elemento comune: "Cazzo, pensavo a lui proprio l'altro giorno!".
Può cambiare qualche parola, a seconda della capacità espressiva dell'autore e della nobiltà dei suoi gas, ma il succo resta.
Abbiamo condiviso due anni e mezzo di vita, poi ne sono passati più di TREDICI e, ancora oggi, la realtà suggerisce pensieri, immagini e cazzate che, in condizioni normali, avrei indirizzato al Prof!
Due anni fa, il gruppo parallelo di Falloppio ("Programma Protezione Testimoni") ha persino scritto un blues chiamato "Io non torno a San Mauro": il Prof l'avrebbe cantato fino allo sfinimento, sarebbe stata la sua canzone!
Qualcuno confessa di aver continuato a mandargli email... così, nella speranza di un miracolo o, forse, per un bisogno: rassicurante routine.

Non è la cosa più assurda che abbiamo fatto, naturalmente.
In tredici anni, siamo andati a trovare il Prof in clinica parecchie volte, oltrepassando i confini delle terre civili abitate, della logica elementare e del decoro.
Abbiamo tappezzato la sua camera di dediche e fotografie, per non parlare della musica a domicilio: tra Alan Magnetti, Ossi Duri, Uomo Maiale, Studentessi ed altre cover band improvvisate di Elio e le Storie Tese, abbiamo dissacrato ogni possibile concetto di decenza... e il Prof?
All'apparenza non faceva una piega... ma di nascosto, con una mano o con un piede, teneva il tempo.
Così.
Solo un gesto piccolissimo, quasi impercettibile, a proteggere un segreto.
Come un filo d'erba che nasce di nascosto tra le rocce nel deserto, come codice anni '80 che oggi funziona ancora e poi niente, è arrivato il 2020.
E infine 2021, game over, shutdown -h.

A proposito di quelli che continuano a scrivere email al Prof: vi piacerà sapere che sono dei vostri, questa niusletter arriva ancora al suo indirizzo gmail. Prima o poi, un hacker gli entrerà dentro (cercando, giustamente, porno) e si leggerà tutte le nostre cazzate!
Certo, conoscendo il Prof, avrà usato una password di 64 caratteri, tutti "speciali", tipo un "PIOMBINOKASTROX" disegnato in ascii.
E poi tredici anni di pensieri che rimarranno segreti, anche se le parolacce le possiamo immaginare.

E adesso cosa racconteremo del Prof?
Il meglio, che si raggiunge CONTRO ogni logica!
Le tante vittorie contro il tempo: non è mai troppo poco, non è mai troppo tardi!
C'è sempre quell'attimo per scappare dallo stress, raggiungere gli amici e riconciliarsi con la vita, quella 25esima ora della giornata che si può rubare al sonno e al lavoro.
E, se all'una di notte, a concerto finito, sbucava il Prof Magneto, sapevamo tutti che il meglio della serata doveva ancora iniziare: quello era ubriacarsi di felicità!

Racconteremo ancora del Prof che ordinava da bere: pagava, si lanciava con avidità su quel bicchiere gonfio di schiuma e poi... si piantava, perché terminato dal suo processore interno.
EOD, End Of Drink.
Cantava il Poeta: "Mai poter bere alla coppa d'un fiato, ma a piccoli sorsi interrotti"; solo che, nel caso del Prof, era "IL" piccolo sorso interrotto, al singolare!
Non rimpiangere quello che si perde, ma essere felici di averlo assaggiato: era la prima riga della sua ricetta per la felicità.
Lasciare che gli altri finiscano il tuo bicchiere e, la prossima volta, ordinarne ancora... convinti che una prossima volta ci sarà sempre!

Racconteremo, soprattutto, la capacità di entrare in sintonia con ogni tipo di ambiente, purché denso di cazzeggio!
Ricordo la serata dai Farinei dla Brigna, che cantano in piemontese.
Quanto capiva il Prof di piemontese? Assolutamente una minchia! Era nato e vissuto in città, senza nonni di madrelingua piemontese, figuriamoci se conosceva il dialetto! Coi Farinei faccio fatica pure io, che ne ho avuti 2 su 4...
Comunque, quel concerto è finito su Rete7Piemonte, quella delle "Lezioni d'amore" di Dolores blobbate da Mai dire TV: cultura chiama cultura.
Ebbene, guardando il pubblico, spiccano i labiali PERFETTI suoi e del suo vicino di sedia (il prode MeemmoW, arrivato pochi giorni prima da Palermo), come fossero vecchi barotti di campagna!!! Erano bellissimi!!!
Non ho mai pubblicato la registrazione intera, ma un paio di secondi sono qua:
www.youtube.com/watch?v=0EaDMImu-QM&t=32
(purtroppo, il Prof non ha fatto in tempo a vedere altri concerti dei Farinei... però avrebbe continuato per giorni a parlarmi di quella serata come una delle più divertenti della sua vita! Più avanti magari pubblicherò il gran finale di quel live, in cui i nostri due eroi cantano tutto il ritornello di Giuana usando consonanti casuali... e sembrano perfetti! "As seen in TV"!)

In realtà, le occasioni di combinare spregi non ci erano mancate: vogliamo parlare del concerto dei Police a Torino, visto GRATIS grazie al pass di Alan Magnetti?
Attenzione: non solo gratis, ma entrando alle NOVE di sera (che per il Prof comunque era prestissimo!), trovando posto SOPRA il palco (sulla verticale della batteria), quindi SOPRA al Favone che si era messo in coda dalle prime ore del mattino:
www.marok.org/Arte/Foto/Police/police_s42545.jpg
Col Prof Magneto capitava anche questo: c'era dell'incredibile in ogni serata!

Tuttavia, lo spregio DEFINITIVO era stato il "tributo" alle fan dei Finley!
Nel 2007, avevamo notato un sondaggio del TGCOM in cui si chiedeva: "Qual è la tua band italiana preferita?".
Tra le possibilità c'erano gli Elii, la PFM, i Litfiba, i Subsonica e tanti altri... e dominavano I FINLEY!
Motivo? Sul forum dei Finley, le ragazzine avevano scoperto che potevano votare più volte, anche se sarebbe stato vietato: bastava cancellare i cookie, perché nessuno controllava gli IP. Insomma, erano piccole hacker! Così, il Prof aveva scaricato un programma, chiamato "Hot Keyboard Pro", che registrava i movimenti del mouse e li ripeteva in automatico: votava e cancellava i cookie, votava e cancellava i cookie, votava e cancellava i cookie, in loop.
Tanto, la posizione dei "candidati" non cambiava.
I nostri due computer erano quindi riusciti, da soli, a ribaltare i risultati del sondaggio! Ad ogni ciclo, assegnavamo 5 voti ad Elio, 4 alla PFM, uno a tutti gli altri e ZEEEERO ai Finley.
La vittoria degli Elii aveva avuto una risonanza pazzesca su RadioDJ, ma la cosa più divertente era leggere quello che, in contemporanea, capitava sul forum dei Finley! Gustate anche voi quei drammi minorenni, scorrendo con dolcezza la prossima diapositiva, archiviata dai potenti mezzi di marok.org:
www.marok.org/Arte/Storie/finley.htm
(attenzione: non è porno!)

Come avrete intuito, al Prof piacevano molto i giochi, di ogni tipo, indovinelli compresi.
Quindi, siete ancora in tempo per buttare una giornata nel cesso con il suo "PIOMBINO quiz":
profmagneto.marok.org/piombino+quiz@21.html
(la soluzione è sempre sul suo blog, basta andare all'articolo successivo, c'è il link in alto a destra)
(c'è una vera e propria categoria "quiz", a sinistra: divertitevi a farne altri!)
(col cazzo che lasciavo che splinder gli cancellasse il blog!)

Dopo l'incidente, abbiamo cercato di "raggiungere" il Prof con dei messaggi vocali, che la complicità di suo fratello Enzo ci permetteva di sparare in loop nel letto d'ospedale.
Quindi, persino in quelle condizioni, al Prof Magneto è riuscito il miracolo: è nata la prima collaborazione della storia tra Elio e M__nuel di MusicaperBambini!
www.youtube.com/watch?v=cTaotCGOiRs
(il video invece è completamente inutile, ma pareva brutto lasciare lo schermo nero... comunque è filmato in via Bidone, mica cazzi!)

E adesso, torniamo ai giorni nostri!

Di tutti i ricordi audio e video che avete lasciato, senza nulla togliere alla pheega, il mio preferito resta forse l'ultimo in ordine cronologico.
Risale alla settimana scorsa: due anni e mezzo riassunti in cinque minuti dalle sapienti mani di Ivan Piombino!
www.youtube.com/watch?v=cEAXB0lULJM
(la musica non è sua, ma... secondo me, la riconoscete!)

Oppure, vi lascio quello che sarebbe stato il link preferito del Prof del 2021!
Magari fa ancora in tempo a collegarsi, da una connessione migliore:
melmagazine.com/en-us/story/boobs-tits-wikipedia-titty-trial

So che molti di voi avrebbero desiderato offrire un estremo saluto in presenza al funerale, invece soka.
A parte i familiari, nella chiesa di San Mauro eravamo in pochissimi, tutti di Torino più uno di Chieri, ed è già stato un mezzo miracolo così.
Per questo, spero di farvi cosa gradita lasciandovi l'immagine dell'ingresso:
www.marok.org/Buco/uploads/Imagez/funeraleprof_199850.jpg

La foto nella cornice ha un significato particolare: è la foto sperimentale delle cinque del mattino di Collegno 2005, scelta da qualcuno per caso tra le tante appese alla parete della clinica, rifotografata con un cellulare, ristampata, incorniciata ed appoggiata vicino all'ultimo guestbook.
Quindi, ci riporta esattamente all'inizio, due anni e mezzo più tredici fa!
(nella riga precedente, prego aggiungere nomi di divinità in posizioni casuali)
Insomma, proprio come un gigantesco loop, nella migliore delle tradizioni nerd.

E adesso l'email finisce davvero, sii felice per sempre, caro Prof.
Hai tutta l'eternità per leggere i tera di messaggi che ti hanno scritto i tuoi amici cazzoni... ma divertiti a quei concerti: pheega con le tette al vento che danza tirandosi secchiate colorate, sotto a un palco in cui suonano prog!!!
Ti meriti il migliore dei Paradisi impossibili!
E quindi, buone foto comparative.
Iso infinito, zoom infinito, apertura infinita, velocità di scatto che viaggia nel tempo. Se ti dicono qualcosa, ricordati che hai il pass di Alan Magnetti.
Però, nei ritagli, ascoltati almeno un po' della musica che ti sei perso per strada: tutti gli inizi dei concerti, gli Ossi Duri l'8 dicembre 2007, ma anche gli ultimi album di Ivan Piombino, sempre se non sono BANNATI dal Paradiso!
Nel caso, potrei capire.
Riguardati col senno di poi la scena di M__nuel che ti prendeva per il culo per i malanni intestinali, senza sapere che stava covando l'intossicazione alimentare che ci avrebbe portato a festeggiare il primo di gennaio al Pronto Soccorso!!!
E bevi, finalmente, quel sacrosanto CAZZO che ti pare.
Tanto, se scappa la cacca, ci siamo noi sotto!
Sempre zitti e con la faccia dove sappiamo.

Ciao Prof!
MaRoK
(tnx Frash/Ivan Piombino/Mazzu/Prof Magneto)
www.marok.org


Immagini allegate:





Ciao Prof


< Precedente Torna all'indice Successiva >

Per commentare, usate pure il Buko!
(indicando a quale pagina fate riferimento)