MENU:

Marok.org > Cumpa > Archivio | Blog | Chi siamo | Disegni | Foto | Perle | Storie | Voci

LOADING...
Sei in: Home > Cumpa > Blog > #0785


-----Messaggio originale-----
Da: Marok
A: Handicap@wc.net
Data: Venerdì 27 marzo 2020 03:20
Oggetto: Per una buona permanenza a casa...



Cari diversamente figati,
come dicono gli amici di totomorti.com quando fate login, è un piacere constatare che siete ancora in vita!

A proposito, io sono ancora fermo a 14 punti, quindi ne approfitto per salutare i pochissimi che stanno peggio di me!
Ricordiamo "Spirito Libero", che nel 2008 ha giocato Roberto Giacobbo, Avril Lavigne e Guido Bertolaso.
Ricordiamo Govos, che nel 2009 ha giocato Mohammad Khatami (Quinto Presidente dell'Iran) e Carlo Principe di Galles, figlio della Regina Elisabetta II d'Inghilterra.
Oggi, pensate, sono entrambi ancora a ZEEEEEEEERO... e domani chissà.

Allora, come state affrontando la pandemia?
So che alcuni di voi lavorano in ospedale, quindi ne approfitto per ringraziarvi e per rivolgervi i più vivi e sinceri auguri di Buona Pasqua (perché non penso che avrete il tempo di leggere questa niusletter prima del 12 aprile).
Ma anche Buon Ferragosto.
Il farmaco anti-artrite in realtà mi servirebbe... ma ne riparleremo con calma, davanti a un buon bicchiere, ad emergenza finita!

Agli altri di voi che fanno consegne a domicilio, invece, mi raccomando: lo so che nel mio palazzo c'è la targa di BORGHEZIO, ma di questi tempi NON si sputa!
Capito? NON si sputa!
Ricominceremo insieme, passandoci una buona canna, ad emergenza finita!

Per tutti gli altri, come diceva il cambiamento... A KASAAAAAA!!!1
(oppure, se preferite, 127.0.0.1.).

Oh, qua al PalaBorghezio tutto bene, grazie.
Certo, non mancano i rimpianti: quanti posti non ho visto, quando potevo!
Per esempio, non sono mai stato al Sigep di Rimini, né alla Webasto di Starnberg e nemmeno al mercato di Wuhan... però mi sono organizzato: vivo con Choo, che è arrivata qua in treno! Da Cremona!!! Passando da CODOGNO.
Al piano di sotto, ho quattro studentesse che arrivano dall'IRAN.
Al pianterreno, ho il ristorante CINESE.

Tranquilli, l'ultimo sabato prima della chiusura dei ristoranti non siamo andati dai cinesi, ci mancherebbe! Siamo andati al Porto di Savona, in piazza Vittorio a Torino, un posto in cui mangia spesso anche il proprietario: Piero CHIAMBRETTI.
Io sì che mi so divertire!

(Comunque, mi dispiace deludere le mie numerose fan, ma per adesso tutto bene... anzi, col fatto che NON esco, è il mio primo inizio di primavera senza tosse! Non l'avrei mai detto, ma ho ancora ampi margini di peggioramento...)

E va be', la reclusione domiciliare può anche non essere così spiacevole!
Secondo me, dipende... da cinque fattori.

FATTORE UNO: LA STABILITÀ
Stabilità della connessione ad Internet, naturalmente: non per vantarmi, ma ho SERIAMENTE rischiato di RIMANERE SENZA!
YEEEEEEEEEEEEEEE!!!

"Lei ha una veeeeeecchia connessione a 200 megabit! - mi diceva la signora Telecom a febbraio - Non si vergogna? Nemmeno un po'? Eh? Siamo nel 2020, Lei non può andare avanti a 200 megabit! Noi adesso le mettiamo la FIBRA A UN GIGABIT! Le mandiamo un tecnico che le porta la fibra e le cambiamo anche il numero fisso!!!"
"Che cosa? E perché???"
"Deve risultare come NUOVO CONTRATTO, è il 2020, si usa così! Non faccia domande idiote e mandi la disdetta alla linea vecchia! SUBITO!"
"Ma... signora Telecom... non è meglio aspettare che..."
"NO! Mandi la disdetta SUBITO! Tanto ci mette 15 giorni, si figuri se nel frattempo non le abbiamo attivato la fibra! Capito? La disdetta!!! SUBITO!!!"
"..."
"SU-BI-TO!!!!!!!!!!"
"Capito, perfetto, sìsì, ok, tranqui!"

Il tecnico è arrivato in ritardo, ha detto che col cazzo che mi metteva la fibra, che avrei dovuto avere una canalina dedicata dentro il muro perché siamo nel 2020, chi non ha una canalina già pronta dentro al muro? Quindi "deve mandare una controdisdetta per bloccare la disdetta! SUBITO, capito? Altrimenti, lei rimane senza linea! SUBITO!!! Capito? SU-BI-TO!!!"
"Capito, perfetto, sìsì, ok, tranqui!"

Quella sera, è apparso il premier Conte alla tv... e gli uffici hanno chiuso.

Se io all'inizio mi fossi fidato e avessi DAVVERO inviato la disdetta? Eh?
UN MESE CHIUSO IN CASA SENZA IIIIIINTERNET!!!
Visto? Questo non è il peggiore dei mondi possibili.

FATTORE DUE: LO SPAZIO ALL'APERTO
Se non si può mettere il naso fuori dalla porta, è fondamentale poterlo fare dalla finestra!
Una spiaggia tropicale privata, direttamente connessa al PalaBorghezio, non sarebbe male! Una giungla di maria neanche! Comunque, mi sto accontentando dei miei due piccoli balconi.
Poi il mio isolato è bello: hanno iniziato a rifare le facciate e quindi da una parte c'è un'IMPALCATURA davanti a tutte le finestre, con tanto di telo, e adesso NESSUNO verrà più a toglierla! MAI PIÙ!!! Aléééééééééé!!!
Perché sono così contento?
Semplice: abito dall'altra parte! SOOOOOOOKA!!!

E così, i miei due balconi conservano il loro splendido panorama: uno è esposto a nord, dove passano le ambulanze, e l'altro è rivolto a sud, con vista sui cessi del palazzo di fronte e sui bidoni della differenziata.
Se il blocco dovesse durare fino a quest'estate, mi ficcherò sul balcone col portatile... così avrò l'impressione di buttare le vostre email direttamente nell'organico o nei cessi.

FATTORE TRE: I RAPPORTI UMANI
Se una persona sembra contenta di stare a casa, vive tipicamente in una camera singola in cui può farsi i cazzi propri chiudendo la porta epuò incrociare persone sopportabili ogni volta che la vuole aprire.
Controllo totale: ON/OFF.
Ovviamente, comunica con tutti gli amici via Internet quando ne ha voglia e condivide con loro musica, film, giochi e pooooorno... insomma, il Paradiso.
E se ne esce con frasi del tipo: "Per salvare il mondo, dobbiamo solo stare a casa a grattarci i koglioni... ce la possiamo fare!!! Ahahahahah!!!"

All'estremo opposto sono quelli che giorni come questi li hanno sempre sognati: niente giovani in strada, coprifuoco alle sei di sera, niente concerti, niente musica, niente casino... bello eh?
Cari veeekki, forse qualcosina non è andata come doveva?
Anche oggi passerete il giorno sigillati in casa con qualcuno che VI STA SULLE PALLE... e anche domani... e dopodomani... e NON potrete sfogarvi con NESSUNO dei vostri amici, senza farvi sentire da vostra moooooglie... mi dispiaaaaaaaaaaace!
La massima botta di vita sarà scendere in CANTINA, da soli... fico eh?
Potete ascoltare gli stessi concetti spiegati meglio, direttamente dalla voce di un VERO anziano, nel seguente contributo video:
www.facebook.com/1097832587270132/

FATTORE QUATTRO: CONTROLLARE IL RUMORE
Le cronache della tv raccontano il "silenzio" delle vie pedonali deserte, stile "Italy in A Day" di Salvatores! Nulla è così distante dalla realtà (in entrambi i casi).
Questi sono giorni di RUMORI ASSORDANTI... e NON è un bel sentire.
La strada è un'eco di sirene perpetuo, giorno e notte, anche nell'istante in cui sto scrivendo; difficilmente ispirano pensieri di pace e speranza per il futuro.
Ma soprattutto, TUTTI i vicini sono a casa.
Tutti.
Contemporaneamente.
Gridano e litigano fin dalle prime ore del mattino, mentre tirano martellate contro il muro e trapanano oggetti casuali per passare il tempo.
È una popolazione variegata che i più fortunati di voi NON si ritrova come vicini di casa, ma... DENTRO casa!!!
In un certo senso, possiamo dire che è sempre domenica?
Ma col cazzo: VOI, in tutto questo, dovete lavorare!!!
Quindi, tutto intorno è domenica, ma per VOI è lunedì.
Per segare fuori lo schifo, tenete pure la musica in cuffia, così seguite il ritmo, ma... il lavoro resta fermo! Yeeeeeee!!!
Tranquilli, abbiamo la soluzione: il GENERATORE di SOTTOFONDI di ASTRONAVI.
mynoise.net/NoiseMachines/spaceshipNoiseGenerator.php
(io l'ho provato e funziona, è molto rilassante... però dovete smanettare un po' fino a trovare l'equalizzazione giusta: dipende se a strillare sono gagni, veeekkie, martelli, trapani o ambulanze... ma sono sicuro che ve la caverete!).

FATTORE CINQUE: IL CONFINE INVISIBILE
la_nuovissima_nuova_versione_del_decreto_definitiva_ok.pdf, come sapete,vieta di allontanarsi dal proprio comune di residenza, salvo necessità di vita o di morte.
Così, quei confini invisibili, tracciati solo sulla mappa cartacea (neanche google maps!), diventano all'improvviso invalicabili.
Mi ricorda molto il film BeetleJuice, in cui i nostri eroi non potevano recuperare gli attrezzi dal garage perché improvvisamente era vietato oltrepassare la soglia di casa, altrimenti li mangiavano gli Allghoi Khorhoi, i VERMI delle SABBIE di SATURNO.

Così, oggi diventa essenziale NON essere intrappolati vicino a un confine, ma ovviamente è difficilissimo: quasi tutte le nostre città sono attraversate da confini invisibili, perché divisione ed urbanizzazione sono avvenute in epoche diverse.
C'era una volta dalle mie parti una "cosa" chiamata Mappano che NON era un comune, ma l'unione di quattro frazioni di quattro comuni della prima e della seconda cintura di Torino; i confini dei frammenti erano ignoti agli abitanti stessi, infatti per telefonare a casa del dirimpettaio potevano ritrovarsi a pagare un'interurbana! Solo nel 2013, dopo innumerevoli tentativi, è passato il referendum... e Mappano è comune!!! Appena in tempo, diremmo oggi.
Poi abbiamo piazza Bengasi, per metà Torino e per metà Moncalieri; ci sono negozi da entrambi i lati, zero problemi per la spesa, ma... che succede se bisogna portarla ai propri vecchi nel palazzo di fianco, che magari per il catasto è un altro comune?
Boh... io passerei dal garage, alla faccia di BeetleJuice.
Poco invidiabile anche la vita nel parco Paradiso, un quartiere di Grugliasco che ha tutti i negozi al di là del "confine invisibile" con Collegno e Torino! E quindi? Per ordinare una pizza o fare la spesa senza violare la legge si spareranno un po' di chilometri fino in centro a Grugliasco... oppure a Le Gru, che di questi tempi non dev'essere male, no?
www.youtube.com/watch?v=4jyRaE9si5g

Il record di sfiga, però, è vivere ai due lati di un Confine di Stato!
Come ad Assola, il paesino immaginario diviso tra Italia e Francia nel film di Totò "La legge è legge".
Fantasia? Beh... pensate a chi abita in Valle Stretta e, per la spesa, deve scendere a Melezet o a Bardonecchia: non credo che gliela catapultino dalla Francia.
Oppure pensate a Campione o ai frontalieri con la Svizzera, che oggi si ritrovano il muro di Berlino di fronte a casa! Un dramma raccontato per filo e per segno dal sito milanotoday... al capitolo PUTTANE:
www.milanotoday.it/attualita/coronavirus/prostituzione-svizzera.html

Insomma, quando sarà finita la pandemia, che succederà?
Boom di divorzi?
Boom di traslochi in nuove case con fibra ottica, vista panoramica e terrazzo?
Ci metteremo tutti a cantare "No frontiere"?E le puttane???
Lo scopriremo solo sopravvivendo... ma adesso... cazzeggio!

Mondo: a quanto pare, un po' di gente ha pensato di andare in vacanza all'ESTERO... adesso!
Il 9 marzo, due ragazzi di Parma sono stati fermati dalla polizia mentre cercavano di volare a Madrid!
www.tio.ch/dal-mondo/attualita/1424024/fermati-madrid-zona-aeroporto-uscita
(direi che gli è andata di gran culo... e non per il virus: gli spagnoli come minimo li impalavano!)

I più geniali, però, hanno scelto... l'ASIA!!!
Sì, l'hanno fatto sul serio.
La cosa più disarmante è leggere le loro giustificazioni: "Chi poteva immaginare una cosa del genere?"
Ma sì, infatti.
Forse hanno anche venduto le azioni di Telecom per comprare quelle di aerei e ferrovie... sembravano così convenienti!
Comunque, oggi i turisti italiani in India si trovano senza soldi, senza bancomat, senza negozi, senza bus, senza treni, senza taxi e i loro hotel li butteranno fuori, perché devono chiudere.
Una volta in strada, se incontrano qualcuno vengono SKIFATI perché sono europei, ma verranno DOPPIAMENTE SKIFATI se si capisce che sono italiani.
E quindi?
Lampo di genio: perché non andiamo tutti in spiaggia a fare YOGA?
Sono effettivamente stati presi a BASTONATE, ma non dalla gente: l'ha fatto direttamente la polizia!!!
www.lastampa.it/torino/2020/03/26/news/bloccati-in-india-dal-coronavirus-e-senza-soldi-se-usciamo-di-casa-ci-arrestano-1.38639518
(no, nessuna notizia dei Marò... mi spiace!).

Sardegna: tutti abbiamo visto i video con l'ondata di milanesi che scappavano dalla quarantena e correvano dai parenti al Sud, portando ovviamente il virus.
Tutti sarebbero lieti di sapere quante persone sono partite già infette dalla Lombardia, ma sfortunatamente resta qualche dubbio, visto che la stima ufficiale parla del 15% di una cifra a caso. Comunque, pare che in Sardegna NON l'abbiano presa bene!
Avete presente l'inganno della cadrega, no?
A Sassari, scegliendo L'ULTIMO GIORNO in cui erano aperti, una signora è entrata in un caffé, ma il suo accento... era... MILANEEEEEEEEESE!
No, purtroppo non abbiamo la registrazione... ma lei è dovuta SCAPPARE per non essere LINCIATA!!! Quando la realtà supera la fantasia:
www.unionesarda.it/articolo/news-sardegna/sassari-provincia/2020/03/17/ordina-il-caffe-con-l-accento-milanese-rischia-il-linciaggio-a-sa-136-998603.html
(il bello è che NON è per nulla milanese: è nata a Sassari, vive a Sassari da diversi anni, ma da giovane ha lavorato a Milano e le è rimasto l'accento! Cose che capitano...)

Roma: la polizia ha fermato una giovane donna e le ha chiesto l'autocertificazione.
Ma certo, che problema c'è?
Ha preso la penna e ha scritto: "Sono ninfomane, devo fare sesso più volte al giorno!"
fanpagetv.com/2020/03/22/coronavirussono-ninfomane-devo-fare-sesso-piu-volte-al-giorno-denunciata-una-giovane-ragazza/
(voi cos'avreste fatto?)

Perugia: abolita la facoltà di Informatica.
La decisione è stata presa dal rettore e formalizzata con la seguente dichiarazione: "Quando finirà vi voglio tutti ubriachi e a POMICIARE SUI PRATI!"
video.repubblica.it/dossier/coronavirus-wuhan-2020/coronavirus-rettore-di-perugia-si-commuove-quando-finira-vi-voglio-tutti-ubriachi-e-a-pomiciare-sui-prati/356538/357103

Reggio Emilia: un signore ama tanto correre, ma gli hanno detto che in strada non si può più fare... un dramma!!!
No, tranquilli, tutto a posto: si è divertito a correre una MEZZA MARATONA (21KM) sul proprio TERRAZZO (850 giri).
Tutto filmato e tutto sicuro, tempo 3 ore, 50 minuti e 40 secondi... mica merda!
www.ansa.it/emiliaromagna/notizie/2020/03/22/corre-una-mezza-maratona-sul-terrazzo_f79fb6e1-8e9e-43f1-b804-8087c85b7147.html

A proposito di Reggio Emilia, un fumettista di cui non faccio il nome (cioè Leo Ortolani) ha dedicato una storia all'espediente di usare il GUINZAGLIO di un CANE senza il CANE, come pretesto per poter uscire di casa:
www.instagram.com/p/B-FId4PKTDF/
(interessante soprattutto il disclaimer: "A me pareva superfluo che chi legge sappia che è una battuta. Che non esco di casa con un guinzaglio, fingendo di cercare un cane. Non lo fa nemmeno la Jo. O la Lucy. Ma siccome la Cate è stata tre anni in America, mi ha suggerito di specificarlo.")

Trino Vercellese: è successo sul serio!
I carabinieri hanno beccato un tizio uscito di casa con un guinzaglio, SENZA il cane.
Giustificazione: "Mi è scappato il cane, lo sto cercando!!!".
Uno dei carabinieri conosceva il mattacchione e gli ha mosso l'obiezione definitiva: "Ma... lei non ha mai avuto un cane!".
E qui arriva il colpo di genio: "ECCO PERCHÉ NON LO TROVO!!!"
www.lasesia.vercelli.it/stories/Cronaca/27254_trino_va_alla_ricerca_del_cane_immaginario_denunciato/
(gli hanno persino fatto la multa... gente che non ha il senso dell'umorismo!)

Genova: un giovane stava camminando per strada ma, agli occhi esperti degli agenti, non sembrava stesse andando a fare la spesa!
Per fortuna, ci ha pensato lui a chiarire ogni dubbio: "Sono uscito per fumare un po' di erba!"
Ma così, senza giri di parole, con sincerità! E l'hanno pure denunciato... bah!
www.primocanale.it/notizie/coronavirus-esce-di-casa-e-si-giustifica-volevo-solo-fumare-un-po-di-erba--217566.html
(non c'è gusto in Italia ad essere onesti...)

...ed infine...

Torino: chi dice che stare chiusi in casa debba per forza fare skiiiiifo?
Per un vero creativo, anche la reclusione è un'opportunità!
E quindi, ecco come un artista emergente affronta la quarantena con allegria, introspezione e poliedricità:
www.youtube.com/watch?v=zM0ALwY6aeQ

No, niente appuntamenti nell'analogico... a meno che non finiamo nello stesso ospedaaaaale!
Nel caso, vi passo gli mp3.

E, se proprio dovete uscire... occhio all'allegato!

Alla prossima!
MaRoK
(tnx Falloppio/Frash/Ivan Piombino/Lelev*/Sae)
www.marok.org


Immagini allegate:





Autocertificazione


< Precedente Torna all'indice Successiva >

Per commentare, usate pure il Buko!
(indicando a quale pagina fate riferimento)