MENU:

Marok.org > Farinei dla brigna | Elio e le Storie Tese | Cumpa | Inutility | Links | Faq | Ghestbuk

Elio > Biografia | Recensioni | Midi | Video ed mp3 | Disegni | Foto | Links | Discografia | Dizionario | Ghiotti scambi

LOADING...
  Sei in: Marok.org > Elio > Discografia > Rarità > Not...


NOT
UNPREVIOULSY
UNRELEASED
'NT (MC 1993)

Not Unprevioulsy Unreleased 'Nt - clicca per ingrandire

Autentica chicca, contiene ben tre inediti (un applauso per la parola tre!). Il primo è una versione punk di Volare cantata in Giappone insieme ad una squilibrata, il secondo è intitolato Gli Occhiali dell'Amore, che è tutto un programma, e, dulcis in fundo, il terzo è un'indimenticabile versione di Alfieri, presa da un concerto più o meno dell'89 (lo stile è di quell'anno). Il bellissimo accompagnamento di tastiera ricorda molto "I don't like monday" di Bob Geldof (tnx Lelevez). Ecco la trascrizione:



INTRO

Buongiorno a tutti.
Questa è la voce di Elio e le Storie Tese
che vi parla. State per ascoltare tre
interessanti brani suonati dal vivo
che hanno fatto un po' la storia
del nostro complesso.

Il primo di questi è "Nel blu dipinto di blu"
che tutti avete certamente ascoltato dalla
voce di Domenico Modugno, ma che
sicuramente non avete mai ascoltato
dalla voce della cantante giapponese
Aruka Mari, che canta in italiano
accompagnata da Elio e le Storie Tese.
Una ghiotta opportunità che non potete
assolutamente lasciarvi sfuggire.

Sull'altro lato della cassetta
ci sono altri due brani.

Il primo si intitola "Gli occhiali dell'amore"
ed è stato originariamente composto per
Mina, la quale non l'ha voluto mai cantare
e allora ce lo siamo cantato noi.

Il secondo è intitolato "Alfieri"
e costituisce, per così dire,
il manifesto di intenzioni del complesso.

Tanti cordiali saluti quindi,
e un buon ascolto con Elio e le Storie Tese.



NEL BLU DIPINTO DI BLU
(VOLARE)
Live in Osaka 23/7/1990

[presentazione in giapponese - non riferibile]

Elio: "Maido, okinin!"

Aruka Mari: "Ontonì fuscighinà
iumeò mirunò"
Elio: "Mado karà soragà scinopìcu milé"
Aruka Mari: "Ca haumuriò tremò
aukùsso omàreto"
Aruka Mari & Elio: "Iparinoionì
otascì uatovùno..."

Aruka Mari: "Volale oh oh,
Cantare ohohohoh,
nel blu dipinto di blu,
felice di stare lassù.
E volavo volavo felice
più in alto del sole
ed ancora più su,
mentre il mondo pian piano spariva
lontano laggiù,
una musica dolce suonava
soltanto per me...

Volale oh oh, Cantale ohohohoh,
nel blu dipinto di blu,
felice di stale lassù,
e volavo volavo felice
più in alto del sole
ed ancora più su,
mentre il mondo pian piano
spariva lontano laggiù...

Elio: Una musica dolce suonava
soltanto per me

Aruka Mari: Vooooooo
Elio: Vooooo
Aruka Mari: Vooooo...
Elio: Vooooooo...
(ndM: parte una base punk)
...oooooooolare
Elio & Aruka Mari: oh oh, cantare ohohohoh
Nel blu dipinto di blu, felice di stale lassù,
Nel blu, negli occhi tuoi blu,
felice di stare quaggiù

Elio: Con te

Danke schon, thank you, okinì maido,
Elio e le Storie Tese, a group from Italy,
we have on keyboards Confo Tanica san,
and on the programmation of the
computers, japanese computer,
then we have on saxophone and vocals
Mu Fogliash san, then we have on the
drums the Wizard Avatesque san,
and then we have on the bass
Faso san, a very beutiful guy,
then we have at the guitar
Abu Ach Personach Cesareo san,
then we have very good japanese guest...
guests... we have Yuso, vocalist
and also speaker and introducer
and we havest, have the very well known
japanese singer Maruka Hari, Mari, Aruka
Mari, thank you, you've been very kind to
us, and we will come back very soon,
bye bye, okinì maido.



GLI OCCHIALI DELL'AMORE

Create una... un'atmosfera!

Ma che cos'è l'amore?
È forse questo modo che tu hai
di venire a me strisciando
ed emettendo bava come una lumaca
che va alla foglia d'insalata?

O è un morbido Gimondi
che scala i saliscendi del mio cuor?
Dai, inforca la bici e scappa,
e al grido di "ullapeppa"
raggiungiamo la cima Coppi del piacere.

Ma quante facce ha l'amore,
come faccio io a capire
se la tua è una delle facce dell'amore.
Aiutami tu regalandomi per il mio
compleanno gli occhiali dell'amore.

E io ti guarderò con gli occhiali dell'amore
e ti vedrò attraverso le lenti dell'amore
e mi metterò in bocca
le stanghette dell'amore
e se si renderà necessario andrò
dall'oculista dell'amore
che m'inizierà ai segreti delle lettere
d'amor.

Tanica: "Bene adesso si copra un occhio
e legga le lettere sul cartellone
davanti a lei, su!"

P - sì
Z - sì
ehm.. S - sì
8 - bene, adesso copra l'altro occhio
e vada avanti...

T - sì
I - sì
A - sì
M - sì
Q - no!
O - esatto...

Amore



ALFIERI

Elio:
In un mondo che ci è ostile,
rovinato dalla droga,
c'è una stella che riluce,
c'è qualcosa in cui sperare.

È un sentimento antico,
puro semplice ed ambiguo,
che principio e ispirazione
trae dell'uomo del Giappone,
...trae dall'uomo del Giappone.

Faso:
Il mio naso è prominente
e lo infilo nella gente,
se si denuda la donzella
mi si espande la cappella.

Suono il basso senza corde,
fo impazzir le donne sorde,
sono un grande seduttore,
alle donne dico "*******"

...sì alle donne dice: "*******!"
Evviva che bello!
Le donne sono sorde!

Cesareo:
Sono un tipo adolescente
che coltiva canarini
ho allenato il mio organismo
a nutrirsi con il plancton

Ho comprato un capitello,
ho mangiato dei petardi,
cago certi savoiardi,
ciao, vi lascio adesso è tardi.
Dio se son pentito dei...

...pentito dei petardi!
Evviva che bello!
Il plancton capitello!
Lo vedi, produci savoiardi,
gli amici gli hanno offerto i petardi,
bastardi!

Rocco Tanica:
Ciao sono Tanica il tastiere
del maestro indegna spalla,
io corro con le gambe in spalla,
e mi fa male un po' la spalla.

Fra i salumi amo la spalla,
degli amici salgo in spalla,
la vita è una lotta spalla a spalla,
ma ho trovato in te una spalla,
sì ho trovato in te una spalla

Evviva ,che palla!
Lui corre gambe in spalla
Salumi ama la spalla
maestro indegna spalla
trovata l'amicizia in Elio
Figata!

Feiez:
Sono Fogliash l'orchestrale
suono infatti mica male
voglio dirvi che...

In coro:
...stai zitto novellino!
Pivello! Non meriti la strofa!
Stronzo!

Siamo una banda di bastardi,
trasformata in complessino.
Siamo un nucleo di ghiaccioli,
ecco il nostro bastoncino.

Alfieri del bel canto,
alfieri del nostro bastoncino,
alfieri semplicemente alfieri,
così oggi come ieri,
sììì così oggi come ieee...