Non sei loggato (Login)

Ricerca Veloce

  • Inutility e Linx

    • Archivio Audio/Video
    • Banner
    • Blog
    • Chat
    • Foto (Cumpa)
    • Foto (EelST)
    • Ghestbuk
    • History
    • I Siti Strani
    • Piombino
    • KAAAAAAASTROX!




    • Questo forum è stato realizzato da Marok basandosi sul progetto open-source Vanilla 1.1.5a, realizzato da Lussumo. Su Internet trovate la Documentazione e la Comunità di Nerd che ci stanno dietro. A breve, rilascerò il codice sorgente di questo forum... giusto il tempo di rileggere con calma le minkiate che ho scritto! :)

Vanilla 1.1.5a is a product of Lussumo. More Information: Documentation, Community Support.

    • CommentAuthorZè Baldus
    • CommentTime24/06/2021, 22:59
      1 punto
    Non scrivo molto qui, ma ieri sera, mentre ero su FB, mi sono imbattuto in un post di SkyTg24 sull'intervento di Draghi a proposito della laicità dello Stato Italiano; tra i tanti commenti ne ho trovato uno uguale ad altri scovati da Marok anni fa:

    Posted By: MarokFinalmente, la gente sta imparando a commentare su facebook.

    LO SCROTO

    Ecco a voi "La gente sta imparando a commentare su Facebook: Parte 2"
    •  
      CommentAuthorsae
    • CommentTime25/06/2021, 11:59
      0 punti
    Non voglio togliere la poesia, ma questi commenti "informativi" sono uno strascico di iniziative partite anni fa per mettere contenuti potenzialmente interessanti (tipicamente presi da enciclopedie/dizionari ecc.) come commento a notizie fuffa. Non mi ricordo chi fu il promotore, forse non esiste più il concetto di autore.

    Aveva senso allora, ora ha perso secondo me ogni carica di simpatia... o forse pure io mi sono adeguato al sistema odierno in cui ogni cosa dura sempre meno, al massimo una settimana, a volte un giorno.

    Vi saluto con una immagine della preistoria, ormai soppiantata da milioni di altri meme: quando parlo di preistoria ovviamente mi sto riferendo al 2008, cioè a "ben" 13 anni fa

    fffffffffffffffffffffffff rage guy
    •  
      CommentAuthorMarok
    • CommentTime25/06/2021, 12:37
      1 punto
    Posted By: saeNon voglio togliere la poesia, ma questi commenti "informativi" sono uno strascico di iniziative partite anni fa per mettere contenuti potenzialmente interessanti (tipicamente presi da enciclopedie/dizionari ecc.) come commento a notizie fuffa. Non mi ricordo chi fu il promotore, forse non esiste più il concetto di autore.

    Aveva senso allora, ora ha perso secondo me ogni carica di simpatia... o forse pure io mi sono adeguato al sistema odierno in cui ogni cosa dura sempre meno, al massimo una settimana, a volte un giorno.

    Vi saluto con una immagine della preistoria, ormai soppiantata da milioni di altri meme: quando parlo di preistoria ovviamente mi sto riferendo al 2008, cioè a "ben" 13 anni fa

    fffffffffffffffffffffffff rage guy

    Non voglio togliere la poesia, ma l'immagine "Rage Guy" coincide con l'inizio della decadenza di 4chan (ormai completamente espugnato dai nazi americani).
    •  
      CommentAuthorsae
    • CommentTime25/06/2021, 14:37
      2 punti
    Non volevo rimpiangere quei momenti, anzi...
    Poi io 4chan sono andato a vederlo solo qualche volta per pura curiosità, non ero un frequentatore e non fa (faceva) per me

    Volevo solo far notare che una volta un tormentone durasse mesi, se non anni.
    Partiva nelle comunità nerd (o dovrei dire comunità troll) e poi lentamente veniva fuori e diventava pop.
    Però parliamo di un'era presocial, nel 2008 da noi in Italia esplose Facebook, prima c'erano forum, blog personali e myspace.

    Ora i social si sono moltiplicati a dismisura, la "wave" di un meme dura una settimana, è tutto più mordi e fuggi.

    Sto su facebook e mi fa schifo per la merda che è.
    "I giovani" non lo usano più, ora hanno tik tok. Ma mai andrò su tik tok, già ora mi sento vecchio quando su facebook fanno riferimenti a cose da adolescenti di 10 anni fa.

    Ho provato a installare instagram per seguire qualcuno che mi interessa, ma non ho il tempo di seguire le stories, non voglio farlo. Non capisco i selfie, le stories, non fa per me... anche se sto sempre attaccato a internet.

    Ecco, mi sento davvero vecchio, incapace di stare a passo coi tempi, ma non voglio rifugiarmi in un passato che peraltro non è neanche consolatorio.
    Ieri sera ho provato ascoltare musica recente, devo dire che cercando cercando c'è ancora musica nuova che mi può piacere pur non appartenendo a quella che ho ascoltato per una vita.
    Ora metto una playlist giusto per capire, provate ad ascoltarla (è roba pop/rap/urban, non il rock o prog he magari ascoltate):
    Madame - Voce
    BLOODY VINYL, Slait, tha Supreme - ALTALENE
    Mahmood - Inuyasha
    Marracash - GRETA THUNBERG - Lo stomaco ft. Cosmo
    MACE, BLANCO, Salmo - LA CANZONE NOSTRA

    E mentre ascoltavo questa musica dal cellulare per sentirmi giovane, avevo sotto il rumore di sirena fatto da mio figlio grande che inseguiva quello piccolo, con sotto il rumore bianco dell'aspirapolvere.

    Però davvero non conosco più chi è in classifica, mi spiace essere fuori da una parte di mondo.
    Lo scrivo su questo forum, uno strumento che mi permetto di dire è un po' fuori dal tempo, ma dove dopotutto sono ancora un utente "anonimo" e posso fare qualche considerazione privata rispetto alla vita pubblica spiattellata sui social con nome, cognome, data di nascita e numero di scarpe dei social.

    Scusate lo sfogo.
    •  
      CommentAuthorMarok
    • CommentTime25/06/2021, 15:33
      1 punto
    Io sono convinto che, quando si osserva una qualunque realtà, se non si trova NULLA di bello o interessante o creativo, vuol dire che non si è bucato il filtro di "selezione all'ingresso" necessario per accedere alla tana dei mostri.
    È l'unica ventata di ottimismo che mi va di soffiare: spero che gli anni 2010-2020 saranno ricordati per la nascita di qualcosa di cui NON ci siamo accorti perché siamo fessi... e che nessuno degli argomenti dominanti sarà ricordato. Non la cazzo di trap, non il "cloud censorio" di RayBradburiana memoria a cui la gente sta affidando le chiavi del proprio patrimonio culturale, non il mercato degli schiavi e neanche la pandemia, ma qualcos'altro, di cui noi siamo all'oscuro perché non siamo stati abbastanza bravi nel trovarlo.

    Ti ricordi l'intervista che avevo fatto, nel 2014, a uno degli uomini più saggi che io conosca, cioè l'Uomo Maiale?
    "Per cosa saranno ricordati gli anni duemila?"

    Negli anni dieci del novecento, a NESSUNO sarebbe venuto in mente che noi oggi avremmo ricordato quell'epoca per la nascita della radio e del cinema. I contemporanei SKIFAVANO quella roba là, soprattutto se si consideravano intellettuali (era "roba da smanettoni" e infatti la capiva di più la gente analfabeta di un critico d'arte affermato) perché si concentravano su forme d'arte su cui oggi stendiamo un velo pietoso (anche se il futurismo a me fa ridere, soprattutto per il mito della guerra!). Per non parlare di quando è nata Internet, la gente comune neanche la conosceva e, in Italia, politici ed intellettuali skifavano persino la tv a colori.

    Per rispondere alla mia domanda, il Maiale aveva formulato un po' di ipotesi sulle correnti artistiche che forse sarebbero passate alla storia, ma non mi hanno convinto.

    Per quanto riguarda gli anni zero del duemila, non questi, io continuo a sostenere che saranno ricordati per l'autoproduzione libera di foto e video, che si può riassumere in due parole: porno libero.
    Infatti, qualunque foto o filmato porno precedente al 2000 ha un'impronta radicalmente differente da qualunque successivo ed in nessun altro genere ho trovato un cambiamento così radicale. I blog non mi sembrano troppo diversi dai vecchi diari, la street art non è cambiata per nulla, wikipedia facendo finta di niente ha dovuto prendere i moderatori, di ottimi fumetti direi che ne facevano in abbondanza anche prima (semmai c'è stato in mezzo un momento di buco?), la musica è scesa molto gradualmente fin giù alla trap (perché qualunque incapace poteva incidere audio da casa anche negli anni '80 e diffonderla gratis, con le reti che già esistevano e che hanno dimostrato di funzionare molto bene).

    Se anche voi campaste cent'anni, temo che non fareste in tempo a sapere se la mia ipotesi era fondata: quello che diranno del 2000 nel 2100, mi sa che sappiamo che non lo sapremo mai! Per fortuna.

    Tutto ciò per dire che non ho colto nulla di innovativo, creativo e divertente per cui gli anni 2010-2020 meritino di passare alla storia... e sono assolutamente convinto che sia colpa mia!
 

Welcome to the Handicap Site. We have cookies!