MENU:

Marok.org > Farinei dla brigna | Elio e le Storie Tese | Cumpa | Inutility | Links | Faq | Ghestbuk

Farinei > La band | Foto | Mp3 | Testi | Fanzine | Links | Niùs e date

LOADING...
Sei in: Home > Farinei > Fanzine - Corriere della brigna > Numero 1


La fanzine dei Farinei dla Brigna

CORRIERE DELLA BRIGNA

Fondato nel 2006

Anno 1 numero 1 - gennaio 2006


ANNO NUOVO VITA NUOVA!

Anno nuovo, gruppo nuovo, fanclàb nuovo, fanzine nuova!!!
Ecco i nuovissimi recapiti per contattarci, per ogni comunicazione e per balengate varie...

Le e-mail:
ale.fanclub@farineidlabrigna.it
oriella.fanclub@farineidlabrigna.it
paola.fanclub@farineidlabrigna.it
robi.fanclub@farineidlabrigna.it
fanclab@farineidlabrigna.it

e il telefono: 346/017.98.69

Quest'anno ci saranno grosse novità e tutte carinissime!!! Preparatevi dunque a canti, balli, ricchi premi e cotillon!!! E, ovviamente, iscrivetevi, iscrivetevi, iscrivetevi!!! Oltre alla fanzine verrete avvisati con un sms per ogni concerto, così non ve ne perderete nessuno... e se ve lo perdete dovete portare la giustificazione firmata dai genitori! Per il resto non vi anticipiamo nulla, è una sorpresa, ma vi aspettiamo ai prossimi concerti nella speranza che quest'anno siate ancora dei nostri. Più avanti troverete dettagli sulla prima data del 2006, non potete mancare! Non ci resta che augurarvi uno strepitoso 2006! Lo staff del fanclàb
Lo staff del fanclàb

L'intervista alla "new-old entry"

Dopo mesi di audizioni a cui hanno partecipato tutti i più grandi musicisti di fama mondiale, finalmente il nostro gruppo preferito ha trovato il nuovo farinello.
Il suo nome è... TA-DAAAAAA... squilli di tamburi... rullo di trombe... Davide Calabrese!!! I fans storici già lo conoscono perché qualche anno fa già faceva parte del gruppo (per ragioni di spazio vi risparmiamo tutta la storia... però se vi interessa potete leggerla a questo indirizzo: www.marok.org/Farinei/Storia).
Davide suonerà la batteria e Maurizio Dondi, dopo 10 anni di onorato servizio come batterista, passerà al basso.

Ecco l'intervista:

Domanda: Nome?
Risposta: Davide Calabrese

D: Da 1 a 100 quanto sei balengo?
R: Da 1 a 100

D: E' per questo che sei tornato con i Farinei dla Brigna?
R: Penso proprio di si, diciamo che le radici di una persona, prima o poi, tornano fuori. I Farinei sono stati un punto molto importante della mia vita musicale, il secondo per la precisione (il primo sono stati i C.T.A. gruppo in cui suonavamo io e Maurizio all'inizio degli anni '90) poi la vita va avanti, si fanno un sacco di cose e io ne ho combinate davvero molte, senza limiti, ma, come dicevo, le radici tornano alla luce, ed eccomi nuovamente nei Farinei.

D: Sei emozionato al pensiero di suonare di nuovo con i mitici Farinei?
R: Guarda, i Farinei sono sempre stati un gruppo di amici che si divertivano e facevano divertire e forse l'emozione che si può provare è proprio quella, il divertimento, ridere e fare ridere oggi è sempre più importante, è per questo che sono orgoglioso di essere nuovamente qui, è emozionante davvero.

D: Hai mai posseduto una Panda?
R: Allora, io non ho mai posseduto, nel senso materiale ma neanche in quello biblico s'intende, una panda ma alcuni anni fa ho avuto l'onore di guidarne una color azzurro con una portiera beige per via di un incidente; la macchina era di mia cugina e ricordo che avevo portato la mia golf dal meccanico, così, dovendo andare a suonare ed essendo senza macchina, chiesi alla parente se mi poteva prestare una macchina. Lei mi diede le chiavi della macchina spiegandomi che la quinta faceva fatica ad entrare ma che nell'insieme andava bene, poi alla fine dovevo fare solo una tretina di chilometri. Ora, devo dire che io sto alla macchina come uno stitico sta alla tazza, quindi per me era solo una questione di trasporto, eventuali difetti non li capivo e quindi non mi toccavano. L'andata è andata, prima seconda terza quarta e track track... niente, quarta e track track... decido di rimanere in quarta fino a destinazione (ovviamente scalando ogni tanto) arrivo al locale e parcheggio... faccio la serata, finito carico la macchina e la lascio in moto per scongelare il vetro e mentre aspetto accendo la lucetta interna per cercare se c'era un qualcosa per grattare il ghiaccio, trovo una cassetta di Piero Focaccia, prendo la copertina in plastica e gratto il vetro, piano piano il ghiaccio se ne va, io torno nell'abitacolo e ripongo la cassetta, mi giro per spegnere la lucetta e qui faccio la scoperta del secolo: la macchina aveva sì 5 marce ma una era la RETRO, e mia cugina non lo sapeva... sono ripartito alla volta del mio paesello con il sorriso stampato un po' ovunque, credo che ridesse anche Piero Focaccia, ma a questo punto mi venne un tremedo sospetto: se mia cugina mi ha fatto notare che a volte non entrava la quinta, quel "a volte" mi porta a pensare che, dai e dai, gratta e gratta, trick e track... quella benedetta quinta dev'essere entrata qualche volta!!! Poi ho pensato "è mia cugina" e sono arrivato a casa.

D: La consigli ancora?
R: Secondo me, quando hanno disegnato l'ultimo modello devono aver finito le matite perché ho la netta sensazione che ne manchi un pezzo, quello dietro, parte bene e poi Zack Zack, un taglio netto, potrebbe anche essere che non avevano voglia di finirla e hanno detto "ma a noi che ce ne frega, facciamo un favore ai Farinei così andranno avanti ancora 20 anni a parlare della panda" e penso che di cose da dire sulla panda ce ne siamo ancora davvero tante. Se la consiglio ancora? Mia cugina s'è comprata uno scooter monomarcia: va più veloce, consuma meno e non gratta mai.

D: Tu suoni con altre persone... sei pronto ad affrontare un altro tipo di pubblico? (e che pubblico!!!)
R: Ricordo gli anni in cui io ero nei farinei, dal 1994 al 1996, e il pubblico era pazzesco, anche quelli che sembravano infischiarsene di noi alla fine facevano più casino degli altri, era una gran bella cosa perché ti rendevi conto che stavi suonando per degli sconosciuti ma amici. Credo che la cosa oggi non sia molto diversa, ne ho avuto un piccolo assaggio durante una "prova pagata" davanti a una trentina di persone, mi sono divertito come un pazzo e questo perché la gente si divertiva.

D: A nome dello staff e di tutto il fanclàb ti diamo il benvenuto e ti auguriamo un grosso in bocca al lupo!
R: Vi ringrazio, credo che quest'anno sarà molto molto particolare e carico carico di divertimento e tante belle cose... ma c'è una cosa che mi preme dire ancora: normalmente si dice "in bocca al lupo" e si risponde "Crepi il lupo", qui mi spiace un po'... ce ne sono rimasti pochini, allora si salta alla frase "In culo alla balena" e mi spiace pensare che nell'oceano, tranquilla tranquilla, una povera balena, ignara di tutto, stia per ricevere un qulacosa di poco piacevole proprio là... ma mi spiace ancora di più pensare che magari, in un concerto di balene, possa saltarne fuori una e urlare "in culo a Davide Calabrese" e allora sapete cosa vi dico? Crepi il lupo e pure la balena!!!

Davide Calabrese

L'ambulanza balenga

Vi ricordate il concerto di Moncalvo del 27 luglio 2005? Vi ricordate che era per beneficenza? Sì? Davvero? Bene! Bravi! Perché vi scriviamo tutto ciò? Per mettervi al corrente della buona riuscita dell'iniziativa. I nostri Fantastici 5, rinunciando gloriosamente al vile denaro e immolandosi per la causa grazie al gesto generoso (leggasi concerto gratis) e grazie anche al contributo vostro e di molte altre persone, sono riusciti nell'intento di acquistare un Fiat Doblò (cugino della Panda... e ti pareva! n.d.a.) per il trasporto delle persone disabili e... attenzione attenzione... il nome dei nostri beniamini è in bella mostra in modo indelebile sul mezzo. Se non ci credete andate a vedere le foto dell'inaugurazione ufficiale (con tanto di vescovo!!!) all'indirizzo: www.marok.org/Farinei/Foto/ambulanza.htm
Un bel colpo per questa band che oltre a farci ridere e divertire fa del bene senza apparire troppo... Ovviamente i Farinei sono molto orgogliosi di questa cosa e propensi a ripeterla di nuovo
Sensazionale scoperta di un'equipe di scienziati americani

Scoperto l'Homo Farinens


Dopo anni di ricerche trovati insediamenti della specie in varie zone del Piemonte


Erano anni che il professor P.Bringham sospettava dell'esistenza dell'Homo Farinens, una specie di ominide finora mai studiata, e finalmente dopo anni di studi e ricerche non solo è riuscito, insieme alla sua equipe, a dimostrarne l'esistenza, ma anche a studiarne le abitudini e a classificare la specie in sei categorie.

"Ci sono voluti anni di pazienti ricerche - racconta il prof.Bringham - ma sapevo che alla fine le fatiche sarebbero state premiate. Il problema dell'Homo Farinens è che la sua specie si è diffusa solo in Piemonte. Questo da una parte ci ha costretti a limitare molto il nostro campo di ricerche, ma nello stesso tempo ci ha consentito di studiarlo nei minimi dettagli".

La caratteristica principale di questo ominide, ci ha spiegato lo scienziato, è la capacità di mescolarsi alle altre specie per la maggior parte del tempo e di riunirsi con i suoi simili la sera soprattutto d'estate. Le "riunioni" dell'Homo Farinens si svolgono sempre più o meno nello stesso modo, una sorta di rito di appartenenza alla specie. Generalmente si ritrovano in spazi aperti, per lo più piazze. Essi hanno cinque capi carismatici (il cui nome scientifico è Farinens Brignam) che celebrano il rito.
Essi si trovano su una parte rialzata della piazza costruita apposta per l'occasione e cantano nel loro strano linguaggio accompagnandosi con diversi utensili chiamati strumenti musicali. Tutti gli altri acclamano i loro leader, qualcuno canta con loro, ma per lo più bevono uno strano intruglio dorato dall'effetto inebriante ottenuto per fermentazione dell'orzo, aromatizzato con aggiunta di luppolo. Tra questi in particolare gli scienziati hanno notato un elemento in grado di bere enormi quantità di questo strano intruglio prima, durante e dopo lo svolgimento del rito. Hanno chiamato questo elemento Michelus Delmastrus. Le sei categorie appartenenti alla specie Homo Farinens sono le seguenti:


1. Lo scemo del villaggio (nome scientifico: stupidus urbis)
Di solito lo trovate in prossimità del rialzamento che ospita i cinque capi carismatici che cerca di parlare con loro mentre loro cercano di ignorarlo. Il suo sguardo non è mai particolarmente sveglio e, se i Farinens Brignam lo ignorano troppo a lungo, lui cerca di attirare l'attenzione dei suoi vicini che, inevitabilmente, cercano di stargli lontani. Solitamente dice frasi senza senso e, se ha bevuto una gran quantità di intruglio inebriante, il suo equilibrio è abbastanza precario.

2. Le brigne (nome scientifico: brignas semper brignas)
È facile individuarle in mezzo ai loro simili: basta seguire lo sguardo di uno dei cinque capi carismatici, quello che sta al centro del rialzamento e che l'equipe del prof.Bringham ha chiamato Daniel Montanarus. Sono dotate di due strani rigonfiamenti nella parte anteriore del corpo e generalmente patiscono molto il caldo poiché indossano sempre cortissimi gonnellini e top che coprono appena i rigonfiamenti anetriori.

3. I fans di vecchia data (nome scientifico: admirator vetustus)
Sono riconoscibili perché cantano anche loro in quello strano linguaggio insieme ai loro capi carismatici per tutta la durata del rito. La maggior parte di loro possiede, ho ha posseduto, un simpatico mezzo di locomozione che ha la caratteristica di lasciare i pezzi per strada.

4. Il fanclàb (nome scientifico: aggregazio admirator)
Si identificano per la loro tunica arancione e durante il rito, di solito, è possibile trovarli tutti quanti raggruppati proprio sotto il rialzamento su cui stanno i Farinens Brignam. Anche loro cantano insieme ai capi carismatici nel tipico idioma dell'Homo Farinens e il più delle volte accompagnano il canto con strane danze. L'equipe del prof.Bringham non è ancora riuscita a capire se ciò è dovuto all'effetto dello strano intruglio dorato o ad una particolare patologia mentale degli individui.

5. Gli occasionali (nome scientifico: fortuitus ignarus)
Durante i riti dell'Homo Farinens gli scienziati hanno notato un gruppo di individui che sembrano non appartenere del tutto alla specie. Il più delle volte si trovano piuttosto distanti dal rialzamento dei capi carismatici e sembrano non comprendere del tutto lo strano linguaggio degli altri individui. Probabilmente essi partecipano al rito per via dell'intruglio inebriante (che, a quanto pare, è molto gradito anche da altre specie di ominidi), ma, durante lo svolgimento del rito, anche loro vengono conquistati dal carisma dei cinque leader.

6. L'organizzazione (nome scientifico: constituere ritus)
Gli individui appartenenti a questa categoria sono coloro che rendono possibile lo svolgimento del rito. Di solito fanno parte della sottospecie Pro Locus ma anche di altre sottospecie quali Crux Rubra, Crux Virdis... A volte, uno o più individui di questa categoria salgono sul rialzamento prima dell'inizio del rito ma, a differenza dei cinque leader, non sono molto disinvolti e parlano guardandosi i piedi, le mani... ma mai guardando la folla. Sono molto importanti anche perché prima del rito provvedono al sostentamento dei capi carismatici . Di solito sono molto generosi e insieme al cibo offrono il solito intruglio dorato oppure un altro intruglio a base di succo d'uva, molto gradito dai Farinens Brignam.

La posta di Nostradiamola


Cari balenghi e care brigne disperati e non, sfigati e non, depressi e non, infelici e non, affranti e non, inconsolabili e non, demoralizzati e non, sconsolati e non... insomma ci siamo capiti! La mia casella di posta elettronica è stata bombardata dalle vostre richieste d'aiuto. Per questo numero ne ho scelte due, ma prometto che risponderò a tutti. Mi raccomando: continuate a scrivermi, questa è la mia nuova casella di posta elettronica: nostradiamola@farineidlabrigna.it



Cara Nostradiamola,
ho un grosso problema ed ho pensato che tu puoi aiutarmi. Ho conosciuto un ragazzo indiano, carino, simpatico e molto estroverso. Siamo usciti una sera e lui voleva subito... capito? Comunque ci siamo ancora visti e abbiamo... sai no? Poi ci siamo ancora incontrati e lui mi ha detto che gli piacevo un sacco, ma che tra noi non ci poteva essere nulla di serio, che lui non voleva legarsi con nessuna e che per il momento voleva essere libero. Però ha voluto che ci vedessimo ancora e a me stava bene così.
Abbiamo ancora fatto ciò che sai ma una sera ha fatto... flop!!! E da allora non ci siamo più visti ma solo sentiti. Io lo vorrei ancora ma lui mi dice di sì e poi non si presenta agli appuntamenti lasciandomi ore ad aspettare per poi mandarmi un sms dicendo che gli spiace ma non può venire.
Secondo te mi ama? Ma perché mi tratta in questo modo?
Lui è del toro (segno zodiacale) e io sono dei pesci (segno zodiacale). Tra noi succederà ancora qualcosa? Come devo comportarmi? Cosa vedi nelle tue carte? Devo aspettare ancora o mi rassegno e guardo da un'altra parte?
Ti saluto e ringrazio per le tue future risposte. Non farmi aspettare tanto, rispondimi presto sono in ansia!
Uno smack forte
Marika
Ragazza volitiva

Cara Marika... innanzitutto precisiamo che io non leggo le carte (troppo banale, lo fanno tutti) ma i fondi del barbera. Scusa, ma ci tengo alla mia immagine. Per me aiutare chi mi chiede aiuto è una missione che ho preso molto sul serio e per rispondere il meglio possibile alle tue domande ho bevuto tre pintoni. Cercherò di dirti con molto tatto quello che ho visto nel tuo futuro: lui non ti ama, anzi non ti sopporta, gli fai schifo ed è per questo che ha fatto flop. Devi rassegnarti mia cara, ma è inutile che ti guardi intorno tanto non ti vorrà mai nessuno perché sei brutta, antipatica e puzzi.
Un forte abbraccio da Nostradiamola
P.S: se proprio non vuoi depilarti le orecchie, almeno fai delle trecce così resti un po' più in ordine!

Ciao,
mi chiamo Lorenzo di giorno e Natasha di notte. Sono di Napoli e vorrei sfondare nel mondo dello spettacolo. Sono una bella persona sia come uomo quando lavoro in banca, sia come donna quando mi esibisco sul palco come Natasha! Ho un vero plebiscito!
Di giorno sono circondato da donne di ogni tipo ed età che m fanno sentire un vero macho! Mi adorano!
Di notte ho uno stuolo di uomini assatanati che mi rivolgono sguardi da ogni dove! Mi sento la donna più donna di tutte le donne!
Per questo vorrei lavorare in televisione, perché sono sicuro di poter piacere a molta altra gente. Poi sono molto bravo a parlare, quindi sono anche molto simpatico. Ho già fatto qualcosa in tv locali, ma il mio sogno è più grande, voglio andare ospite da Costanzo e magari fare coppia con Platinette, sono sicuro che sarà un successo!
Mi puoi aiutare? Tu conosci qualche persona che può farmi entrare? Spero di sì, tu sei importante, lo capisco dalle tante lettere che ricevi e a cui rispondi.
Secondo te c'è posto per una persona del cancro nel mondo televisivo? E' il momento giusto? Non lo faccio per i soldi, ma per la fama!
Ciao mia adorata, rispondi presto
Lorenzo-Natasha

Caro-a Lorenzo-Natasha,
visto il tuo caso un po' delicato per te ho letto i fondi del vin brulè. Secondo me hai ampie possibilità di sfondare nel mondo televisivo, ma non devi avere fretta. Tu punti subito in alto... prima di andare ospite da Costanzo e fare coppia con Platinette (sei amante dell'orrido... tipico del segno del cancro) devi fare un po' di gavetta su Telecupole da Piero Montanaro (così non ti allontani dall'orrido) e poi, un domani chissà...


Un forte abbraccio da Nostradiamola

Prima data del 2006!!!

Sabato 4 febbraio
ore 22.30
al Salvator Keller
via Paietta 10/B
Cossato (BI)

Non mancate!!!